Carlo Giovanardi, denuncia shock: "Firme false M5s in Parlamento"

Il senatore Carlo Giovanardi (Ncd) accusa i colleghi M5s: "Firme false in Parlamento"

Schermata 2014-01-24 alle 15.11.53

Il senatore di Nuovo Centrodestra Carlo Giovanardi, nelle ultime settimane nominato più volte nel dibattito nazionale sulla legalizzazione del consumo di cannabis e derivati, ha preso la parola nell'Aula del Senato il 22 gennaio scorso, attaccando nel suo intervento i colleghi pentastellati.

Secondo Giovanardi i senatori M5s avrebbero falsificato le firme in calce alla risoluzione sulla recente relazione del ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri, presentandola in votazione in Aula:

"[...] voglio fare solo una osservazione, perché, nella mia cultura, chi è senza peccato scagli la prima pietra. A me va benissimo che la proposta di risoluzione N° 3 venga posta in votazione. Vorrei però far notare che, in calce alla proposta, dopo i nomi di tutti i sottoscrittori, sono aggiunte le relative firme, che sono state chiaramente fatte da una sola persona. Quindi sono tutte firme false. Però siamo in Parlamento: capisco che si possono fare tutte le firme false, perché mi fido di loro. Dunque metterei in votazione la proposta di risoluzione, anche se tutte le firme sono state fatte da una sola mano e l'atto non è stato firmato dai senatori del Gruppo Movimento 5 Stelle. Chiunque può controllare quello che sto dicendo."

Con un post sul suo sito personale (un modo per rendere pan per focaccia agli eletti "della rete"?) Giovanardi ha reso pubblica la sua dichiarazione, sfuggita ai cronisti parlamentari il 22 gennaio scorso, linkando anche il documento della discordia (che vi proponiamo, stralciato, nella foto di copertina e che potete consultare qui).

L'assoluta ignoranza in materia grafologica ci impedisce di dare ragione ad una o all'altra parte: sarà materia per l'Ufficio di presidenza del Senato?

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO