Alfano avverte: “o il Pd sostiene Letta o si chiude”

Angelino Alfano lancia l'appello a Forza Italia: fate un passo indietro sulle preferenze, non fate questo torto agli italiani.

Il vicepremier Angelino Alfano, da poco al timone del Nuovo CentroDestra, è tornato a parlare della legge elettorale e del futuro del Governo Letta a margine della manifestazione del Ncd che si è tenuta stamattina a Teramo.

Alfano ha messo in guardia il Pd e la tenuta stessa del Governo:

Il presidente del Consiglio, ha spiegato è espressione del Pd, e se il Pd sostiene Letta il governo va avanti, in caso contrario no. Si riuniscano e decidano cosa fare, il paese non può pagare le liti interne al Pd. Per anni quando il presidente del Consiglio era espressione del Pd la vita del governo è stata condizionata negativamente dalle dinamiche interne al partito, ma il paese non può sobbarcarsi l'onere e il peso dei litigi interni a quel partito.

Il vicepremier ha colto l’occasione anche per riportare l’attenzione sul nodo delle preferenze, chiedendo ancora una volta di fare un passo indietro e bacchettando Forza Italia, che continua a dimostrarsi ostile:

Per noi l'obiettivo è che l'elettore possa scegliere il deputato, e proprio perché stiamo superando il Porcellum, mi chiedo perché fare torto agli italiani e tenersi la parte peggiore di quella legge elettorale. Non capisco proprio, è inspiegabile, per Forza Italia è diventata una materia teologica, ed è impossibile discuterne.

Poi l’appello rivolto direttamente a FI:

Chiedo a Forza Italia di non fare questo torto agli italiani.

Intanto, lo ricordiamo, il tanto criticato Italicum (qui il testo integrale) approderà alla Camera nel pomeriggio del 29 gennaio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO