M5S contro Napolitano: sul web il sondaggio sull'atto più grave del Presidente

I grillini spingono per le dimissioni del Capo dello Stato

Continua l'offensiva del Movimento 5 Stelle contro Giorgio Napolitano. Dopo il "boia" pronunciato dal deputato Sorial, chi pensava a un passo indietro da parte dei pentastellati rimarrà deluso. Se da un lato Grillo ha garantito che continuano le pratiche per chiedere l'impeachment (anche se l'esito della procedura è praticamente scontato), dall'altro ora i parlamentari grillini portano avanti la richiesta di dimissioni, con tanto di hashtag #Napolitanodimettiti.

Sul portale dei parlamentari a 5 stelle è comparso stamattina un sondaggio sull'operato di Napolitano, o "Re Giorgio", come è stato ribattezzato. Il sondaggio propone i quattro atti più gravi del presidente, per far scegliere "quello che non potete perdonare e per il quale vorreste che si dimettesse".

Le opzioni sono: Il fallimento del governo di larghe intese; la distruzione delle intercettazioni delle telefonate con Nicola Mancino nella trattativa Stato-mafia; il silenzio, da ministro degli Interni, sulle dichiarazioni del 1997 di Carmine Schiavone sulla Terra dei Fuochi; la "marcia forzata" a colpi d'austerity verso gli Stati Uniti d'Europa nel nome delle banche. Il sondaggio sarà aperto fino alle 19 di oggi.

Nel testo del post, si riassumono i capi d'accusa contro Napolitano.

Ha accettato il suo secondo mandato proprio a condizione di poter gestire col pugno di ferro i vertici delle istituzioni, Parlamento incluso.


E, neppure troppo velatamente, si accusa il Capo dello stato di essersi piegato a "poteri stranieri":

Eppure, il Presidente Napolitano non è esente da errori, anche gravissimi, che inficiano la credibilità e la fiducia dei cittadini nella stessa istituzione che rappresenta. Errori che non possono essere consentiti al Presidente della Repubblica, in particolare quando rappresentano sudditanza a poteri stranieri, pesanti ingerenze sul Governo, occultamento di fonti giudiziarie.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO