L'etica e la famiglia prima di tutto: tre indagati a Udine per aver procurato prostitute ad un politico nazionale di Forza Italia


Intercettazioni telefoniche e squillo rappresentano un binomio pericoloso per gli esponenti del Popolo della libertà.

L'ultima vicenda, che vedrebbe coinvolto un politico nazionale di Forza Italia, è ambientata a Udine. La trama non è nemmeno troppo originale: tre professionisti avrebbero fornito all'uomo azzurro un servizio completo nei tre giorni in cui si sarebbe fermato nel capoluogo, durante l'ultima campagna elettorale: prima la cena e poi di corsa in albergo dove lo aspettavano non una, non due, ma ben tre squillo appositamente reclutate.

Mentre il nome del politico coinvolto è ancora coperto da segreto, i tre comuni mortali coinvolti nell'inchiesta e accusati di sfruttamento della prostituzione sono già finiti davanti al giudice ed hanno patteggiato la condanna (cosa che se non ricordo male equivale ad una ammissione di colpa...).

Si accettano scommesse sul nome del politico di Forza Italia che ha voluto emulare il celeberrimo Cosimo Mele...

  • shares
  • Mail
31 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO