Mastrapasqua si è dimesso, non è più presidente dell’Inps

Dopo le polemiche delle ultime settimane, il presidente dell’Inps ha presentato le dimissioni accolte questa mattina dal ministro del Lavoro Enrico Giovannini

Antonio Mastrapasqua, da giorni al centro del dibattito politico per i suoi 25 incarichi, ha rassegnato le dimissioni da presidente dell’Inps. Il Ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, ha ricevuto e accettato questa mattina la comunicazione della volontà, da parte di Mastrapasqua, “di rassegnare le dimissioni dall'incarico di presidente dell'Inps”, “anche alla luce delle decisioni assunte ieri dal consiglio dei ministri”.

Il Governo ha deciso di accelerare il processo di riforma della governance di Inps e Inail e ha approvato un disegno di legge che dovrà disciplinare le incompatibilità fra le posizioni di vertice all’interno degli enti pubblici nazionali, prevedendo, per gli incarichi di maggiore rilevanza (come quello ricoperto da Mastrapasqua fino a questa mattina) un regime di esclusività in grado da prevenire qualsiasi tipo di conflitto d’interesse.

Con la nota il ministero ha voluto ringraziare il presidente uscente dell’Inps per il lavoro svolto:

Il Ministro, nell'esprimere, anche a nome del Governo, apprezzamento per la sensibilità dimostrata dal Dott. Mastrapasqua, lo ringrazia per il lavoro svolto in questi anni per il rinnovamento dell'Inps e il complesso processo di riorganizzazione dell'Ente derivante dall'incorporazione dell'Inpdap e dell'Enpals.

Secondo il premier Enrico Letta, oggi ad Abu Dhabi nella prima tappa del suo viaggio in Medio Oriente, le dimissioni di Mastrapasqua si sono rivelate “una scelta saggia”:

Ha colto l'iniziativa del governo: non si possono assumere incarichi così rilevanti senza esclusività.

Video | Youtube

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO