L’Europa scende in piazza contro la riforma dell’aborto in Spagna

Madrid invasa dai manifestanti: chieste le dimissioni del ministro della Giustizia Alberto Ruiz Gallardón

Migliaia di persone in Spagna e nelle piazze di molte città europee hanno aderito alla protesta delle donne spagnole contrarie al progetto di riforma della legge sull’aborto che ha avuto come atto culminante la l’arrivo a Madrid del Tren de la Libertad, partito da Gijon per consegnare al premier Mariano Rajoy e alla ministra della Salute, servizi sociali e pari opportunità Ana Mato e al ministro della Giustizia Alberto Ruiz Gallardón, il manifesto Porque yo decido, con il quale le donne iberiche rivendicano la loro libertà di scelta e il mantenimento dell’attuale legge sulla salute sessuale riproduttiva e sull’interruzione volontaria di gravidanza.

La legge attualmente in vigore in Spagna, approvata dal governo di Zapatero, autorizza l’aborto fino alla 14esima settimana di gravidanza, per tutti i casi e senza giustificazione alcuna, fino alla 22esima settimana nel caso il feto presenti malformazioni o vi sia un grave pericolo per la salute fisica e psichica della gestante. Il progetto di legge del ministro della Giustizia Alberto Ruiz Gallardón sarebbe un colpo di spugna sulla vecchia legge e un passo indietro rispetto a decenni di progressi in campo sociale visto che l’interruzione di gravidanza sarebbe possibile solamente nei casi di stupro o di pericolo dimostrato per la salute della madre.

Migliaia di persone si sono riunite a Madrid, con una protesta che ha riunito associazioni, sindacati e partiti politici. Treni e autobus hanno raggiunto la capitale spagnola, in cui il clima festoso dei manifestanti, non ha sminuito il vigore della protesta, con la richiesta di dimissioni per il ministro della Giustizia.

L’Italia e il resto d’Europa ha risposto all’appello delle donne spagnole con manifestazioni, presidi, assemblee pubbliche nelle piazze, ma anche davanti alle ambasciate e ai consolati spagnoli. Una dimostrazione di quanto la politica che viene dal basso possa essere più unita di quella di Strasburgo e Bruxelles.

Via | El Pais

Video | Youtube

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO