Marò: parla Girone "Dispiace per vite umane, ma noi siamo innocenti"

In conferenza stampa a New Delhi, aggiunte Latorre: "Essere accusati di terrorismo fa molto male".

"Ci dispiace per la perdita di due vite umane, ma non ci sentiamo assolutamente responsabili". Sky Tg24 riporta le parole di Salvatore Girone, fuciliere di marina che da due anni è detenuto in India in attesa di un processo. "Siamo innocenti" ribadisce Girone, parlando anche a nome del suo collega Massimiliano Latorre.

I due militari italiani sono accusati di aver ucciso due pescatori in India il 15 febbraio del 2012. "Quello che è successo è un dispiacere umano, ma siamo innocenti". Latorre ha aggiunto: "Essere accusati di terrorismo fa molto male, non solo come militare, ma anche come genitore e uomo. Come militare professionista italiano che combatte la pirateria, questo mi rammarica molto".

Non è mancato il ricordo e il ringraziamento al sostegno che è arrivato praticamente da tutta Italia: "C'è stato fin dall'inizio, ma ora è incontenibile. Quando vogliamo, sappiamo essere uniti". Apprezzamento per l'impegno del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano: "E' una grande gioia avere il suo pensiero quotidiano e come militari ne siamo riconoscenti" e del ministro della Difesa Mario Mauro: "Sottolinea costantemente la nostra innocenza".

La conferenza stampa si è tenuta a New Delhi. Sulla questione terrorismo (l'India ha intenzione di processare i due connazionali facendo ricorso alla legge anti-terrorismo, la Sue Act, pur escludendo la pena di morte), è stata chiarissima Emma Bonino, ministro degli Esteri del nostro Paese: "I marò non sono terroristi né pirati".

Parlano i marò

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO