Legge elettorale: il referendum online del M5S. Vince il proporzionale corretto

A seguito della vittoria del proporzionale, gli iscritti sono chiamati a scegliere se correggerlo o no

I grillini lo vogliono corretto. La terza consultazione on-line per decidere il nuovo sistema elettorale viene vinta dal proporzionale corretto con 17.108 voti, mentre per il proporzionale puro hanno votato in 10.062. I votanti in tutto sono stati 27.170.

Terza puntata della consultazione via web del Movimento 5 Stelle per varare la proposta di legge elettorale dei grillini. Dopo i quesiti su maggioritario e proporzionale, e sul tipo di collegio, ora è la volta di scegliere tra i vari tipi di proporzionale, dopo che questo sistema elettorale ha prevalso nella prima tornata di voto.

Oggi gli iscritti ceritificati votano per il terzo punto della legge elettorale del M5S dopo la scelta del proporzionale e del collegio intermedio.
Si deve decidere se adottare il sistema proporzionale puro o un sistema proporzionale corretto. Il professor Aldo Giannulli in un video ha esposto i funzionamenti delle correzioni al proporzionale, i pro e i contro di ognuna di esse e del proporzionale puro.

Come spiega il professor Aldo Giannuli nel video che accompagna il post, il proporzionale puro risponde alla volontà che il Parlamento che ne deriva rappresenti alla perfezione l'elettorato, mentre il proporzionale corretto, a vari livelli, evita la frammentazione in modo da garantire la governabilità.

In pratica, con il proporzionale puro si divide la sommatoria dei voti per il numero dei seggi da attribuire e si stabilisce un quoziente da applicare ai voti di ciascuna lista, procedendo all'assegnazione dei seggi. Con il sistema corretto, come quello che si utilizzava per il Senato prima del Mattarellum, si dividono i voti di ogni lista per ogni numero fino a coprire tutti i seggi, e si confrontano i quozienti. In questo modo si cerca di limitare la frammentazione dei voti, ovviamente a scapito delle formazioni più piccole.

Insomma, il referendum del M5S comincia a entrare nei meandri dei tecnicismi, e c'è da chiedersi quanto di questo quesito – e delle spiegazioni pur competenti del professor Giannuli – interesserà agli iscritti del Movimento, visto anche che la futura proposta di riforma arriverà probabilmente quando sarà già stato approvato l'Italicum. C'è tempo fino alle 19 di oggi per votare.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO