Sondaggi politici: di chi si fidano gli italiani?

Beppe Grillo, Matteo Renzi, Silvio Berlusconi e il gradimento degli italiani nei sondaggi politici.

sondaggi politici

I sondaggi politici sulla fiducia nei confronti dei leader, condotti da Ixè, non mostrano grandi novità, dal momento che al primo posto c'è sempre e nettamente Matteo Renzi. Va detto che il leader del Pd nell'ultima settimana ha perso qualcosa ed è sceso al 55 dal 58% a cui si trovava solo sette giorni di fa. Un campanello d'allarme? Probabilmente no, per un paio di ragioni. La prima è che si tratta comunque di un consenso elevatissimo (superare il 50% è il sogno di ogni leader), la seconda è che il calo che si osserva oggi era prevedibile: dopo "l'entusiasmo" per il possibile varo della nuova legge elettorale Italicum, contestualmente alla nascita del nuovo Senato adesso è il momento più difficile, quello che precede la discussione in aula, quello delle trattative e dei veti incrociati. Insomma, il momento dello stallo. Se Renzi riuscirà a superare questo momento, allora i consensi torneranno probabilmente a schizzare alle stelle.

Dopo il segretario Pd troviamo Giorgio Napolitano, la cui autorità è un po' appannata dai tanti attacchi e da qualche comportamento discutibile. Perde un paio di punti e scende al 41%. Perde un punto anche quello che fino a pochi mesi fa sembrava essere il vero rivale di Renzi: Enrico Letta. Dopo l'addio di Forza Italia alla maggioranza, la fiducia nei confronti del suo governo è drasticamente crollata, e così la sua, che continua a scendere ed è ormai al 37%.

Chi cresce è invece Beppe Grillo: il leader del Movimento 5 Stelle, per capirci, circa 6 mesi fa in questi stessi sondaggi, si aggirava attorno al 20%. Oggi è al 34%. Una crescita costante, che mostra forse come una certa verve autoritaria fosse nei mesi delle lotte intestine del Movimento 5 Stelle molto meno sopportata di quanto lo sia oggi.

Rimane invece più o meno sempre sugli stessi livelli Silvio Berlusconi, il cui elettorato è super polarizzato da tempo immemore e il cui carisma non può non essere appannato da scandali, decadenze e confronto diretto con quello che sembra essere il suo erede dall'altra parte della barricata (ma è ancora presto per dire se Renzi davvero saprà essere "degno" di questo dubbio onore). Hanno fiducia nei confronti del Cavaliere il 23% degli italiani, percentuale molto simile a quella di settimana scorsa e coincide in massima parte con gli elettori di Forza Italia. Cosa che non può dirsi di Alfano, che godrà anche della fiducia del 22% degli elettori, ma il cui partito - sempre secondo i sondaggi politici - è in costante calo.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO