La maggior parte dei cattolici non condivide le idee della chiesa sulla morale

Papa Francesco è apprezzato dalla maggioranza delle persone in tutto il mondo, ma la politica della chiesa sui temi morali è spesso contrastata.

Una bella grana per papa Francesco che, con la consultazione avviata nelle Conferenze episcopali di tutto il mondo per verificare, in vista del Sinodo sulla famiglia di ottobre, il rapporto dei cattolici con la pastorale e la dottrina della Chiesa sul matrimonio e la vita di coppia, si sta scontrando sulla profonda divisione che c’è tra il pensiero ufficiale della chiesa e quello dei suoi fedeli. Un po’ come successe con papa Giovanni XXIII e il Concilio Vaticano II: si consultarono i vescovi di tutto il mondo e si pensava che, in ogni caso, che le cose sarebbero cambiate di poco, invece è stato un vero e proprio stravolgimento nella chiesa cattolica.

Valorizzazione del ruolo delle donne, accoglienza dei divorziati risposati e delle persone omosessuali, uso dei contraccettivi, aborto: sono queste alcune delle richieste più impellenti che arrivano dai quattro angoli del mondo. In Belgio, per esempio,

si rileva come la conoscenza e l’accettazione della dottrina della Chiesa sono superficiali: si accetta cioè qualcosa, ma non tutto. Se per esempio, alcuni affermano di voler vivere in modo cristiano e secondo gli insegnamenti della Chiesa, un buon numero di cattolici ritiene che i valori cristiani siano superati e dovrebbero allinearsi allo spirito del mondo contemporaneo. I cattolici belgi si attendono che la Chiesa possa accogliere tutti, a prescindere dalle differenze o dagli errori commessi.

Inoltre, per la Conferenza episcopale tedesca, "l'esclusione dai sacramenti dei divorziati risposati" è percepita come "una discriminazione ingiustificata e una crudeltà".

C’è però un dato che, bene o male, sembra unire i cattolici di tutto il mondo. Scrive Marco Ansaldo su Repubblica:

È, dovrebbe essere, un campanello d'allarme per il Vaticano. Perché più rilevante appare il fatto che le generazioni di giovani cattolici hanno su questo tipo di argomenti posizioni ancora più radicali e contrarie alla dottrina guardata come tale. Con un'eccezione. Esiste infatti una sola area in cui il sentimento pubblico si mostra quasi allineato con gli insegnamenti tradizionali, ed è il matrimonio gay. Difatti, con l'esclusione di Stati Uniti e Spagna, la maggior parte dei cattolici nel mondo si oppone all'unione fra due persone dello stesso sesso, con un margine di 2 a 1.

In ogni caso, il prestigio personale di papa Francesco è altissimo. Ma, come ha insegnato papa Benedetto XVI, i papi passano, la chiesa resta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO