Elezioni Europee 2014: Forza Italia candida Barbara Berlusconi?

La bizzarra ipotesi in vista delle europee 2014. Poiché Marina non cede al pressing.

Niente da fare: con tutta probabilità la candidatura di Berlusconi alle europee non ci sarà. La conferma dell'interdizione dai pubblici uffici ha messo la pietra tombale sulla questione e continuare a insistere potrebbe avere pesanti conseguenze. E però, dal momento che Forza Italia non sembra avere un programma che vada oltre il cognome Berlusconi, quel marchio non potrà mancare dal simbolo del partito.

Se ne parla da mesi, anche di più. E la protagonista di questi rumors è sempre stata Marina Berlusconi, che però ha negato così tante volte e con tale forza che viene da crederle (nonostante sia chiaro che per il Cavaliere sarebbe lei la prescelta numero uno). D'altra parte è proprio su Marina che pesa in modo più gravoso la responsabilità dell'eredità aziendale del Cavaliere, la discesa in politica potrebbe complicare parecchio le cose.

La stessa cosa non può dirsi per Barbara Berlusconi, che quindi torna in auge come "favorita numero due" per garantire che quel cognome che vale di più del simbolo del partito ci sia. Barbara Berlusconi, quindi. Nome in vista dopo aver preso la vicepresidenza del Milan, sempre più a suo agio davanti agli schermi, scesa più volte in campo per difendere il padre. A differenza di Marina, in effetti, Barbara avrebbe dato la sua disponibilità. Ma la cosa non è vista di buon occhio proprio dalla sorellastra maggiore. Scrive Libero:

I maggiori ostacoli a questo progetto, però, verrebbero proprio dalla famiglia. E soprattutto da Marina, che teme un nuovo, forte, coinvolgimento diretto della famiglia in politica. E la discesa in campo di Barbara nonchè la sua prevedibile elezioni a Strasburgo con milioni di preferenze, la proietterebbe la giovane e intraprendente ad del Milan nella costellazione politica, facendone a tutti gli effetti l'erede della guida di Forza Italia e perfino del centrodestra.

Barbara Berlusconi candidata per Forza Italia?

In vista delle elezioni europee 2014 Forza Italia sembra avere le idee abbastanza confuse. Prima di tutto per la sua posizione politica, che da sempre si proclama europeista salvo poi sparare cannonate contro l'euro (posizione che prevale all'avvicinarsi delle elezioni); secondariamente se si va a guardare a quelle che saranno le candidature di punta: saltata l'ipotesi di un Silvio Berlusconi candidato in Bulgaria o giù di lì, si è passato a parlare della possibile candidatura di Giovanni Toti e di Marina Berlusconi sempre al Parlamento Europeo.

Ipotesi, quest'ultima, non così strampalata; soprattutto per quanto riguarda la new entry Giovanni Toti, che avrebbe così il suo primo test elettorale e che, qualora riuscisse a superarlo in modo brillante, potrebbe forse tacitare i tanti all'interno di Forza Italia che di lui continuano a non voler sentire parlare. Marina Berlusconi, si sa, è invece il "sogno irrealizzabile" del Cavaliere: nel senso che lui vorrebbe tanto che lei scendesse in campo per prenderne il posto, ma lei - da quel che si capisce - non ne ha nessuna intenzione. Bisogna vedere chi cederà.

Ma dal momento che qualcuno che garantisca il marchio "Berlusconi" sul simbolo di Forza Italia ci vuole eccome, ecco che un'altra ipotesi si fa strada e viene rilanciata dal Messaggero:

Un altro posto di primo piano, Berlusconi lo avrebbe garantito ad Andriano Galliani, in uscita dal Milan dopo lo scontro con la figlia del grande capo, Barbara Berlusconi. Proprio su questo nome però sembra aprirsi un altro giallo. Sia Silvio che i fedelissimi vorrebbero candidare Marina Berlusconi alle europee per garantirli un ingresso seppure soft, in politica. Lei però resiste anche contro il pressing del padre mentre proprio Barbara sembrerebbe disponibile, garantendo al padre ma anche a tutto il partito il cognome di Berlusconi nel simbolo e come capolista.

Non solo Marina quindi. Anche Adriano Galliani, fresco pensionato dal ruolo di ad del Milan, potrebbe ritrovarsi a Strasburgo come comodo paracadute. Sembra bizzarro, però, che proprio quella Barbara Berlusconi che l'ha costretto a levare le tende del Milan dopo un tempo immemore adesso possa diventare la sua compagna di banco al Parlamento Europeo. Sempre che i due siano candidati, sempre che vengano eletti, e sempre che decidano di andarci, a Strasburgo.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO