Compravendita di senatori: a Napoli si apre il processo a Berlusconi

In aula Antonio Di Pietro come avvocato di parte civile


Più che un processo, rischia di sembrare una specie di reality show in cui compariranno tutti i protagonisti della storia recente italiana. Tutti tranne lui, Silvio Berlusconi, che verrà giudicato in contumacia. La vicenda è quella della compravendita di senatori avviata dal Cavaliere tra il 2006 e il 2008 per far cadere il governo Prodi, secondo la confessione di Sergio De Gregorio, che ha raccontato di aver ricevuto soldi e favori per abbandonare le fila dell'Idv, in cui era stato eletto, per passare al centrodestra e togliere un voto fondamentale per la fragile maggioranza dell'Unione in Senato.

De Gregorio è la "gola profonda", ma nella lista di testimoni che potrebbero essere convocati ci sono Romano Prodi, Anna Finocchiaro e i senatori Giuseppe Caforio e Paolo Rossi, che sarebbero stati avvicinati da esponenti del centrodestra. Sul banco degli imputati ci sarà anche Valter Lavitola, l'ex direttore de "L'Avanti" e principale collaboratore di Berlusconi, secondo l'accusa, nell'opera di compravendita.

E poi c'è Antonio Di Pietro, che non solo è nella lista dei testi, ma oggi si è presentato in aula in toga come avvocato dell'Idv, che si è costituita parte civile nel processo. Nella prima udienza, la corte ha rigettato le richieste di eccezioni presentate dalla difesa (gli avvocati del Cavaliere avevano contestato le notifiche di rinvio a giudizio, spedite ad Arcore e a Roma e non al suo studio legale), e ha disposto un aggiornamento dell'udienza a domani.

Intanto spunta un verbale di interrogatorio in cui Sandro Bondi, all'epoca dei fatti coordinatore di Forza Italia, ammette di aver avvicinato il senatore Rossi, ma Fernando Rossi dei Comunisti italiani, per sondare la possibilità (poi verificatasi) che non votasse la fiducia al governo Prodi. Ma si trattava, specifica Bondi, solo di colloqui politici senza che venisse offerto niente per il voto contrario. È vero, però, che all'epoca Berlusconi invitò i suoi a parlare anche con i "comunisti" per far cadere Prodi.
Former Italian Prime Minister Silvio Ber

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO