La Gabbia, la puntata del 12 febbraio 2014

La puntata de La Gabbia in diretta su PolisBlog

00.22 Finisce la puntata.
00.19 Si chiude con la perfomance canora di Paragone.
00.09 È il momento di Paolo Hendel nei panni di Pravettoni.
pravettoni la gabbia
00.05 In onda la classifica dei politici che fuggono davanti alle domande dei giornalisti. Ignazio Visco, governatore della Banca d'Italia, al primo posto.
00.03 Barnard cita le parole dell'allora esponente del Pci Napolitano sul tappeto rosso da stendere alle multinazionali statunitensi. Era il 1975.
23.59 Nuovo intervento di Paolo Barnard. Il giornalista spiega che il PCI-PDS-PD è diventato un partito di destra finanziaria.
23.57 Un artigiano in studio ha chiuso la sua attività mandando un messaggio chiaro.
artigiano1
23.50 Il giornalista de La Gabbia allontanato dalla conferenza stampa di Unicredit, per la quale comunque era stato accreditato inizialmente (poi l'accredito è stato annullato per un presunto affollamento).
cacciati2
23.42 Il servizio satirico di Saverio Raimondo.
23.40 In studio i rappresentanti dei Forconi che hanno protestato a Roma negli scorsi giorni. Alcuni di loro sono stati portati via dalla Polizia.
23.38 Una disoccupata trentenne (laureata in Scienze politiche), Manuela, racconta la difficoltà di trovare un lavoro.
23.32 Un servizio illustra i regali alle banche. Luigi Abete nega che spostare i soldi di riserva al capitale sociale significare fare un regalo alle banche, ma invece aiutare il credito alle piccole imprese.
luigi abete
23.31 Paragone precisa che La Gabbia è un programma di parte: il conduttore è favorevole ad uscire dall'euro.
23.29 Secondo Formigoni la soluzione è "negoziare una politica economica-bancaria diversa dentro il meccanismo dell'euro".
23.25 Duello tra Piller e Salvini sull'opportunità di uscire dall'euro o meno.
salvini piller
23.22 In studio alcuni lavoratori dell'Agrati raccontano di essere a rischio licenziamento nonostante i premi di produzione e zero giorni di cassa integrazione. Salvini prende come impegno quello di occuparsi della vicenda in Lombardia e Piemonte.
23.19 Un servizio racconta i valzer di poltrone pubbliche a cui assisteremo nei prossimi mesi. Da Eni a Poste.
23.15 Diego Fusaro in studio.
23.12 Un servizio parla del presunto complotto di Napolitano ai danni di Berlusconi e in favore di Monti.
mario monti ex premier
23.06 A detta di Salvini in caso di cancellazione delle province gli italiani pagherebbero 2 milioni di euro in più. Pubblicità.
23.03 Secondo Formigoni, Napolitano non si dimetterà. Per Piller quella di Friedman è solo una trovata per vendere di più il suo libro.
23.01 Per Formigoni lo scoop di Friedman, uomo dei servizi americani in Italia, "è un attacco a Napolitano". L'ex governatore della Lombardia poi dice che il M5S applaudì al discorso in Parlamento di Napolitano all'inizio del suo secondo mandato.
formigoni primo piano
23.00 Per Barnard invece la salvezza dell'Italia è stato quello che Berlusconi non ha fatto, cioè seguire alla lettera le direttive dell'Europa.
22.58 Comi replica: "D'Agostino, perché lei non si candida in politica? L'Italia ha bisogno di lei."
22.55 D'Agostino boccia il governo Berlusconi che non ha fatto riforme ma ha solo pensato ai fatti del Cavaliere:

Il bilancio del governo Berlusconi è stato catastrofico. Berlusconi ha governato dieci anni e non ha fatto un caxxo.

22.54 Di nuovo in onda il servizio che ipotizza la formazione del governo Renzi. Epifani al Lavoro? Delrio o Franceschini all'Interno? Vietti alla Giustizia? Baricco alla Cultura?
22.50 Barnard cita quelli che considera pizzini mafiosi finanziari che Berlusconi avrebbe ricevuto dal 2006 in poi da parte della stampa finanziaria.
22.47 Paolo Barnard in studio. Nell'ottobre 2011 aveva parlato di colpo di stato finanziario ai danni di Berlusconi.
barnard6
22.46 Ascoltiamo le critiche al governo Letta anche per l'elemosina di 500 milioni ricevuta dal Kuwait.
22.39 Un servizio racconta l'indignazione del nord-est italiano. Alcuni artigiani e operai si sono rinchiusi nel campanile di Fiume Veneto, in provincia di Pordenone.
imprenditore nord est
22.33 Pubblicità.
22.31 D'Agostino: "Con Prodi e Renzi si potrà tentare di fare qualcosa in questo Paese".
22.27 Spazio agli interventi del pubblico in studio.
22.23 Il giudizio di 'Nessuno' su Napolitano.
22.22 Formigoni conferma che Alfano sarebbe il primo nome di Ncd da candidare ministro nel governo Renzi.
22.21 Boldrini al ministero delle Riforme? Per Comi ha dimostrato di non saper fare la presidente della Camera.
22.20 Secondo Fiani dire che agli italiani non importa della riforma elettorale "è una solenne caxxata".
22.18 Salvini vorrebbe ministro dell'Economia "un disoccupato o un esodato" per ribaltare alcuni tavoli in Europa.
salvini2
22.16 Formigoni: "Renzi deve fare una scelta in controtendenza: mettere nel governo gente di cui si fida; un ministro dell'economia non basta che sia tecnico".
22.15 Il benzinaio Giuseppe Effendi in studio racconta di vivere un calvario da 8 anni per non aver firmato un accordo.
22.09 Un servizio sui fallimenti del governo Letta.
22.09 D'Agostino ribadisce che un altro sconfitto è Berlusconi, se il nuovo governo Renzi resterà in piedi per tre anni posticipanado il voto.
22.04 Per Piller il ministro dell'Economia deve essere "innovativo e leader". Intanto D'Agostino mostra la cover del suo smartphone.
d'agostino mao
21.58 Il servizio di Monica Raucci sulla giornata politica. I cuperliano vogliono Renzi a Palazzo Chigi per bruciarlo?
21.51 Per Giarrusso del M5S la richiesta di impeachment avanzata dal suo movimento ha accellerato la crisi del governo Letta. Pubblicità.
21.48 Il toto-ministri dell'eventuale governo Renzi. Per D'Agostino Lucrezia Reichlin è stata chiamata per fare il ministro dell'economia.
toto ministri
21.45 Salvini cita l'attacco di Grasso nei confronti de La Gabbia e parla di parentele all'interno del Corriere della Sera. Paragone: "Per fortuna i pezzi di Aldo Grasso alle 11.30 finiscono nella gabbia degli uccelli".
21.44 Salvini: "È grave che un Paese sia ostaggio di un partito".
21.43 Fiano ammette che la situazione è complicata al punto da non poter prevedere cosa succederà domani.
21.40 Comi dice che la priorità è sapere cosa faranno gli italiani e non Berlusconi. Poi nota che bisogna capire qual è la maggioranza del Pd a sostenere Renzi.
talk show la gabbia
21.38 D'Agostino: "L'Italia non ha più sovranità, da quando c'è l'euro. Andare al voto ormai è inutile".
21.35 Secondo D'Agostino lo scoop del Corriere della Sera su Napolitano è stato l'invito a Letta e allo stesso Napolitano ad andare via. Il nuovo presidente della Repubblica sarà - aggiunge - Prodi.
d'agostino1
21.32 Secondo Padellaro, Napolitano sta pensando alle dimissioni.
21.30 Un servizio racconta la giornata politica odierna col duello Letta-Renzi.
21.27 Fiano del Pd dice che probabilmente il Pd darà il benservito a Letta.
fiano
21.26 Anche secondo Formigoni vincerà Renzi, anche se si augura spettacolo cioè 2spintoni alla direzione del Pd".
21.24 Per Salvini al momento perdono gli italiani.
21.21 Secondo D'Agostino domani Letta sarà sfiduciato dalla direzione del Pd. Quindi ci saranno tre anni di governo Renzi.
21.19 Gli ospiti: il senatore Formigoni, l'europarlamentare Lara Comi, il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, il giornalista tedesco Tobias Piller, Roberto D'Agostino.
21.18 Renzi non ha voluto rispondere alle domande dei giornalisti.
21.12 Paragone annuncia i temi della puntata, poi pubblicità.
paragone la7

Torna questa sera alle ore 21.10 su La7 l'appuntamento con La Gabbia, il talk show condotto da Gianluigi Paragone. In primo piano non potrà non esserci l'attualità politica con la possibile staffetta Letta-Renzi a Palazzo Chigi. Al momento non sono stati comunicati i nomi degli ospiti della puntata che PolisBlog seguirà in liveblogging. Di certo nel corso della diretta ci sarà spazio per il servizio satirico di Saverio Raimondo, per lo sketch comico di Paolo Hendel nei panni di Pravettoni e per le ‘lezioni’ economiche di Paolo Barnard.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO