Berlusconi può candidarsi nel 2018?

Il Cavaliere stretto tra interdizione ai pubblici uffici e incandidabilità.

La direzione Pd ha certificato la fine del governo Letta e quello che probabilmente sarà l'inizio del governo Renzi. Un governo che nelle intenzioni dell'ex rottamatore dovrebbe essere di legislatura. E quindi durare fino al 2018. Ora, difficile dire se questa cosa possa davvero accadere - e anzi sembra parecchio difficile - ma una domanda sorge: se davvero l'attuale Parlamento durerà altri quattro anni Berlusconi potrà poi ricandidarsi?

Silvio Berlusconi avrebbe a quel punto tutto l'interesse a far durare il governo Renzi, fino alla fine della legislatura. Per poi ricandidarsi e provare a tornare primo ministro per la sua quarta volta. 82 anni, questa l'età di Berlusconi nel 2018, non sono certo pochi, ma questo non dovrebbe essere un ostacolo per uno come il Cavaliere. Nel 2018 Berlusconi non avrà più il problema della interdizione dai pubblici uffici seguita alla condanna definitiva nel processo Mediast, che durerà solo due anni.

C'è però il problema della legge anticorruzione Severino. La legge che ha portato alla decadenza da senatore di Silvio Berlusconi e che porta con sé anche l'incandidabilità. Una incandidabilità che dura esattamente sei anni e che scatta nel momento in cui la decadenza viene votata. Il che significa che Silvio Berlusconi è ineleggibile e non può essere candidato fino al 2019. Di anni allora ne avrà 83.

In verità, quindi, la situazione che si va delineando non sembra portare nessun vantaggio a Silvio Berlusconi, che anzi sarebbe stato avvantaggiato da elezioni politiche nel 2014, che sarebbero quindi giunte al termine esattamente nel 2019 permettendogli, volendo, di tornare a candidarsi giusto in tempo. Così non sara: per Berlusconi niente elezioni, nemmeno nel 2018.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO