Morte ambasciatore USA: Al Qaeda dietro l'attacco al consolato di Bengasi?

Il film Innocence of Muslims è stato un semplice diversivo. La notizia arriva dalla CNN che cita fonti della difesa statunitense. Le prime indagini sull'assalto al consolato di Bengasi che ha portato alla morte dell'ambasciatore americano in Libia Stevens e di altri 3 cittadini USA sarebbe stata un'operazione terroristica a tutti gli effetti, pianificata da tempo in coincidenza con l'anniversario dell'11 settembre.

Sin dall'inizio era apparsa evidente la "differenza", almeno nel risultato finale, fra l'assedio all'ambasciata de Il Cairo, provocata dalla diffusione del video del film che riportava anche l'accusa (falsa) nei confronti della minoranza cristiana Copta di essere promotrice della pellicola, e l'attacco al consolato di Bengasi.

Non sarebbe stata una folla inferocita a prendere di mira la struttura bensì un commando armato con armi automatiche e razzi, una vera e propria operazione di guerriglia che ha conseguentemente provocato l'incendio che ha distrutto gli edifici del Consolato e alcuni mezzi in dotazione al personale diplomatico. La notizia rischia di sconvolgere tutti gli equilibri anche in ottica elettorale, se Romney aveva fino ad ora accusato Obama con riferimento al comunicato pubblicato sul sito dell'ambasciata USA in Egitto ora, ne siamo certi, il dibattito si sposterà sulle conseguenze delle rivoluzioni della primavera araba che hanno reso "instabili" e permeabili al terrorismo anche paesi come la Libia.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO