Non solo Matteo Renzi: i presidenti del Consiglio più giovani della storia d'Italia

Una storia democristiana. Con un'eccezione.

Il governo Renzi sta per nascere e porterà con sé un nuovo record nella storia di un'Italia solitamente afflitta da una politica ottuagenaria: Matteo Renzi sarà il premier più giovane della storia. Un po' un predestinato Renzi: non è da tutti diventare presidente della Provincia a 29 anni e diventare sindaco di una città capoluogo di regione a 34. Se quindi c'è scetticismo attorno alla decisione di Renzi di diventare primo ministro senza passare da quelle urne, quanto meno il segretario del Pd rimarrà negli annali indipendentemente dal successo che avrà nella sua esperienza di governo.

Non che agli italiani questa cosa importi molto, chissà se invece importa a lui. Ma al di là di Renzi, quali sono stati i primi ministri italiani più giovani della storia? Al secondo posto, detentore del primato fino a oggi - a meno di clamorose sorprese dell'ultim'ora - è Giovanni Goria; premier per meno di un anno nel 1987. Anche lui, come Matteo Renzi, era di appartenenza Democrazia Cristiana.

E alla Democrazia Cristiana apparteneva anche Amintore Fanfani (come d'altra parte quasi ogni primo ministro della Prima Repubblica), che fu presidente del Consiglio 5 volte. La prima volta, però, non fu solo in giovane età (45 anni), ma fu anche brevissima: durò dal 18 gennaio 1954 al 20 febbraio 1954. Meno di un mese, di questi tempi, quasi sessant'anni fa. Fanfani ebbe comunque poi tempo e modo di rifarsi, il suo ultimo incarico da premier fu addirittura 30 anni dopo, nel 1987.

Al quarto posto si piazza Enrico Letta. Lui fa parte della seconda (o terza) Repubblica come Renzi, ma anche lui ha origine in quella Democrazia Cristiana che ancora oggi continua a sfornare primi ministri. L'esperienza di Letta come premier, va da sé, attraversa il biennio 2013-2014: il nostro ha preso l'incarico all'età di 46 anni. Lo segue di un solo l'anno Aldo Moro, che prese posto come primo ministro nel 1963, all'età di 47 anni. L'incarico durerà ininterrottamente fino al 1968, ma passando attraverso tre crisi di governo con successivo reincarico.

Infine, l'eccezione che conferma la regola: il socialista Bettino Craxi. Fu presidente del Consiglio dal 1983 al 1987, e quando ottenne l'incarico aveva 49 anni. Non più giovanissimo, ma quanto basta per far entrare in questa particolare classifica almeno un primo ministro non Dc.

Italian Democratic Party PD National Assembly

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO