Siria, Kerry: “Assad magnete per il terrorismo”

Il segretario di Stato Usa lancia pesanti accuse ai governi di Siria e Russia per il fallimento dei colloqui di Ginevra delle scorse settimane

A Jakarta, a margine di un convegno sui cambiamenti climatici nel quale ha paragonato la gravità del riscaldamento globale alle minacce terroristiche, il segretario di Stato americano John Kerry ha accusato il governo siriano di ostruzionismo ai recenti colloqui di pace di Ginevra 2 e ha chiesto alla Russia di sospendere la fornitura alle truppe del regime di Bashar al-Assad.

I colloqui di pace conclusisi venerdì scorso sono stati un fallimento: la Russia che avrebbe dovuto essere parte della soluzione non ha dato alcun contributo, mentre Assad sta cercando di vincere la guerra sul campo e non con le negoziazioni.

Il regime fa ostruzionismo. Non stanno facendo altro se non continuare a buttare bombe sul loro stesso popolo e continuare a distruggere il loro stesso Paese. E mi spiace dire che lo stanno facendo con un sostegno sempre crescente da parte dell’Iran, di Hezbollah e della Russia.

L’inviato della Lega Araba alle Nazioni Unite, Lakhdar Brahimi, ha spiegato che le due delegazioni siriane rivali avevano concordato una terza sessione di colloqui di pace, per una data imprecisata. Il Governo di Assad continua a parlare di terrorismo, mentre i ribelli chiedono la creazione di un governo di transizione che non includa Assad.

Intanto, fra le reciproche accuse, la guerra civile va avanti. E John Kerry ha utilizzato, in maniera piuttosto inconsueta, un linguaggio molto duro:

Per quanto riguarda Assad, il quale dice di voler parlare di terrorismo, Assad stesso è una calamita per i terroristi, il principale magnete della regione per attirare combattenti stranieri in Siria. (…) Quando si rilasciano bombe indiscriminatamente su donne e bambini, quando la gente muore di fame e a causa di torture, quelli sono atti di terrore.

Via | Al Jazeera

Video | Youtube

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO