Sondaggi politici: Matteo Renzi scende ma il Partito Democratico tiene

Movimento 5 Stelle e Forza Italia stabili, nei sondaggi politici non molto si muove nonostante il nuovo governo.

Nei sondaggi politici Emg trasmessi dal TgLa7 è andato in scena un piccolo paradosso: la maggioranza degli italiani non approva la staffetta che ha portato alla nascita del governo Renzi (compresa buona metà degli elettori del Pd), ma questo non si traduce, come invece molti si aspettavano, in un calo di consensi per il Partito Democratico. E, di conseguenza, anche gli altri partiti non si avvantaggiano di un crollo previsto ma che, stando almeno a questi sondaggi, non c'è stato.

Solo il 29% dell'elettorato giudica infatti positivo il cambio a Palazzo Chigi, mentre il 36% lo giudica negativo. E attenzione, qui non si parla di quanto sia stata apprezzata la mossa di Renzi di diventare premier senza passare dalle urne (che altri sondaggi hanno pesantemente stroncato), ma del cambio tra Letta e Renzi. Considerando che il livello di fiducia in Letta era al minimo storico, quelle raccolte da Renzi non sono percentuali positive. Anche la fiducia nel neopremier è più bassa di quanto si è soliti vedere: 36% con un calo di tre punti.

Sondaggi politici 18 febbraio



Sondaggi politici 18 febbraio

In tutto questo, però, il Partito Democratico non ne risente quasi per nulla: rimane di gran lunga primo partito con il 29,4% lasciando per strada solo uno 0,3 (che i sondaggi, peraltro, non sono in grado di calcolare). Cresce un filo Sel che arriva al 3,5% e assieme alle briciole portate dagli altri del centrosinistra si arriva al 34,6%.

Forza Italia guadagna uno 0,2 e arriva al 21,2%. Continua a perdere colpi il Nuovo Centrodestra che scende al 3,4%. Cresce invece ancora la Lega Nord (che sta tornando su percentuali interessanti) che arriva al 4,2%. Assieme agli altri partiti, Udc compreso, il centrodestra tutto è al 35,7%. Dal momento che nessuna delle due coalizioni raggiunge il 37%, in virtù della legge elettorale Italicum, si dovrebbe andare al ballottaggio. In questo caso vincerebbe il centrosinistra col 51,2%.

Anche il Movimento 5 Stelle rimane stabile al 23,7%, lasciando per strada solo uno 0,3%. Tutto il rumore fatto dal partito di Beppe Grillo nelle scorse settimane è stato rapidamente dimenticato, anche a causa dell'arrivo al governo di Matteo Renzi che ha monopolizzato l'attenzione mediatica. Stando ai sondaggi, comunque, il M5S rimane forte, ma non riesce più a mettere segno crescite importanti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO