La Gabbia, la puntata del 19 febbraio 2014

La puntata del 19 febbraio del programma d'approfondimento di La7 su Polisblog.

la gabbia 1 22 19

00:30 la puntata di stasera de La Gabbia termina qui.

la gabbia 1 22 18

00:26 il prossimo servizio è firmato da Saverio Raimondo. Il passaggio da Letta a Renzi in versione satirica e in versione calcistica.

00:23 ritorna Paolo Barnard: "Abbiamo il quadro reale della disoccupazione. E' un quadro tragico. Passiamo dal 12% dell'Istat ad un 27% nazionale. Una disoccupazione interamente creata dall'Eurozona. E' un genocidio economico".

00:15 dopo la pubblicità, Paragona lancia un altro servizio, dedicato all'imprenditore Giorgio Zanardi, morto suicida per colpa della crisi e dei debiti con le banche.

la gabbia 1 22 17

00:06 è il momento dei "Fuggitivi": i politici che non hanno voluto rispondere alle domande dei giornalisti de La Gabbia. Stasera sono Cuperlo, Ghizzoni, la Boldrini, D'Alema e De Benedetti.

00:04 Peluffo: "Ogni partito metterà i propri rappresentanti. Aspettiamo qualche giorno". Corsaro: "Alfano si è occupato di indulto e amnistia, facendo uscire di galera quelli già condannati dopo tre gradi di giudizio. Alfano ha lasciato Berlusconi per continuare a governare con la sinistra". Adinolfi: "Spero che Montezemolo entri nella squadra di governo". Gomez: "Non ha le palle".

00:02 Peluffo: "Orlando all'Ambiente ha lavorato bene. La Pomodoro ha dimostrato equilibrio". Adinolfi: "Napolitano andrebbe ringraziato perché è un elemento di garanzia. Io metterei Alfano come guardasigilli". Gomez: "Io metterei alla giustizia uno che la faccia funzionare e non l'amichetto di qualcuno!".

la gabbia 1 22 16

23:59 Gomez: "L'Europa ci ha chiesto vere leggi anti-corruzione. Il parlamento se n'è fregato". Corsaro: "La Bonino si è accorta ieri dei Marò perché ha perso il posto e vuole riprenderselo".

23:53 dopo la pubblicità, vediamo un filmato dedicato a Beppe Grillo a Sanremo.

23:46 dal pubblico: "Negli ultimi 8 anni, abbiamo cambiato 4 governi e non è stato fatto nulla", "Avete fatto attenzione più ai numeri che alle persone".

la gabbia 1 22 15

23:44 Peluffo: "Il totoministri è un gioco italiano a cui possiamo sottrarci. Sulla Madia, hai calcato la mano, Paragone. Bisogna portare a casa i risultati: in questi due anni, siamo passati da essere il grande malato d'Europa a mettere a posto i conti. Dobbiamo dire all'Europa che abbiamo fatto tutto ciò che era possibile".

23:42 Adinolfi: "Spero che all'economia, andrà un politico, Enrico Morando, è un liberal del PD. E' una persona che crede alle parole di Peter Gomez: tagliare la spesa con numeri importanti".

23:40 Gomez: "O si fanno tagli forti alla pubblica amministrazione o questo paese vedrà l'arrivo della troika. Il prossimo anno scatterà anche il Fiscal Compact. Dobbiamo dimostrare all'Europa di essere bravi a fare questi tagli".

la gabbia 1 22 14

23:38 Corsaro: "La patrimoniale è un caposaldo della sinistra. Ma i 400 miliardi non possono essere pagate solo dalle persone facoltose. Qualcosa verrà fatta pagare a tutti quanti. Renzi deve affrontare l'Europa a schiena dritta".

23:36 continua il Toto Ministri. Peluffo: "La domanda sulla patrimoniale andrebbe fatta a Barca e non a me. E' necessario un intervento sul patrimonio mobiliare. Il patrimonio immobiliare, invece, è già tassato".

23:27 il prossimo servizio è dedicato agli operai di Trenitalia a rischio cassa integrazione.

la gabbia 1 22 13

23:26 è il turno di Paolo Barnard: "Il governo Renzi, se lo guardi dall'Europa, è un governo già morto perché ha ostacoli insormontabili. Non ha sovranità monetaria, si ritroverà con i deficit negativi ossia le spese di Stato che aumentano il debito e non producono niente, c'è il problema della deflazione, il problema del crollo delle banche, la disoccupazione e tanto altro. Questo governo si trova nell'Eurozona: o si esce dall'Euro o è un governo già morto".

23:20 Paragone, al ritorno dal servizio, critica Marianna Madia: "Così giovani e già così presuntuosi. Madia, svegliati e rispondi alle domande!". Dal pubblico: "Hanno fatto un governo senza elezioni, hanno già fatto una spending review", "Il popolo non conta una fava, non vale niente".

23:13 dopo la pubblicità, parte un nuovo servizio dedicato alle consultazioni di Renzi dal titolo "Renzi nella palude". Si parla anche del centrodestra di Alfano in cerca di poltrone.

la gabbia 1 22 12

23:04 il prossimo servizio è firmato da "Nessuno". Si parla ancora di De Benedetti, Fabrizio Barca e dell'ingerenza dei grandi poteri finanziari italiani.

23:03 Adinolfi: "Le bugie di Renzi ci sono, non neghiamole. E non bisogna demonizzare Grillo. E' stato Grillo ad aver aperto la strada a Renzi". Corsaro: "Alfano ha fatto una pantomima. Dice di non voler fare un governo politico ma il premier sarà il capo del maggior partito della sinistra. Noi usciamo da un governo che ha favorito per tre volte le banche".

23:01 Peluffo: "C'era un governo che si era logorato. C'erano due alternative: fare le elezioni e trovarsi al punto di prima o rilanciare la dinamica politica". Gomez: "Renzi, però, ha detto un sacco di bugie. Deve governare bene e in fretta per farle dimenticare all'elettorato".

la gabbia 1 22 11

22:57 Adinolfi: "Barca è un nome che sfiora la mitomania. Il nome di Barca, che vuole fare la patrimoniale, non ha nessuna logica".

22:53 questo servizio è dedicato all'ingegnere Carlo De Benedetti e alla sua telefonata al finto Nichi Vendola per consigliare Fabrizio Barca al ministero dell'Economia. La domanda è: "Chi comanda davvero?".

22:51 Corsaro: "Grillo sta capitalizzando la sua capacità comunicativa basata sul contrasto. Non c'è nessun vincente in questo confronto. Renzi, comunque, aveva già perso. Ha fatto tutto quello che avevo giurato che non avrebbe fatto. Grillo, invece, ha fatto lo showman. Renzi doveva andarsene via subito".

la gabbia 1 22 10

22:49 Gomez: "Ci sono due livelli comunicativi all'interno del movimento di Grillo. C'è un livello che vuole la contraddizione e un livello, come quello di Grillo, che parla a quella parte di paese disgustata dalla politica. Tra Renzi e Grillo, è una competizione politica e mediatica. I risultati di questa sfida si vedranno tra 8-10 settimane".

22:47 Peluffo: "Il M5S è la terza volta che fa lo streaming e la terza volta che si tira indietro dopo aver incontrato un presidente incaricato. A Grillo non interessa nulla di cambiare le cose. Renzi ha una sfida chiarissima: cambiare le cose. Grillo non l'ha fatto nemmeno parlare".

22:45 Mario Adinolfi, Vinicio Peluffo, Massimo Corsaro sono altri tre ospiti di questa puntata. Adinolfi: "Vedo Renzi e Grillo come due grandi eversori di sistema. Tra meno di 100 giorni si vota per le europee. La parola va agli italiani. Renzi sta costruendo un governo che può durare. Vediamo se ha convinto gli italiani. Oggi Renzi ha sfidato l'insfidabile".

la gabbia 1 22 9

22:36 dopo la pubblicità, assistiamo alla seconda parte delle consultazioni tra Renzi e Grillo.

22:27 il dibattito in studio si ferma per far spazio all'intervento satirico di Paolo Hendel, comico che veste i panni dell'imprenditore Carcarlo Pravettoni.

22:25 Cremaschi: "Per il ministero del lavoro, gira il nome di Mauro Moretti, responsabile della strage di Viareggio! Bisogna creare lavoro. E' inutile cercare il modo di far assumere i giovani".

la gabbia 1 22 8

22:23 Alfieri: "Il tema del lavoro giovanile è una piaga tremenda. C'è un problema anche di formazione. Spesso chi esce dalle scuole, ha difficoltà a trovare lavoro. Il loro titolo di studio non ha mercato".

22:22 Giorgio Cacco, operaio Memc: "Da 28 mesi, siamo in cassa integrazione. 235 operai sono in mezzo alla strada. La politica sta calpestando il primo articolo della Costituzione".

22:14 questo servizio è dedicato alle proteste dei disoccupati in Sardegna, poco prima delle elezioni regionali.

la gabbia 1 22 7

22:12 dal pubblico, un imprenditore: "Sono uno degli imprenditori che è scappato dall'Italia. Invece di tagli, si parla e non si fa nulla". Cremaschi: "Ci sono aziende del fotovoltaico che sono state lasciate morire". Donato: "Ho trovato offensive le parole di Elkann. Bisogna creare un'azienda automobilistica nazionale. Usciamo dall'euro e facciamoci una banca centrale".

22:09 Cremaschi: "Perché hanno permesso alla Fiat di trasferire la sede fiscale? La Fiat vive di aiuti pubblici da 50 anni!". Rondolino: "La Fiat ha usato soldi pubblici per far lavorare gli italiani".

22:08 Cremaschi: "Sottoscrivo le parole di Della Valle. Elkann è un imbecille". Rondolino: "La classe dirigente non è in grado spesso di fare il proprio lavoro. C'è un problema con i nostri giovani. Essere precario è un modo di vivere nel 21esimo secolo. Bisogna reinventarsi". Cremaschi: "Ci sono 6 milioni di disoccupati. Basta!". Rondolino: "Ma chi li assume, questi 6 milioni?".

la gabbia 1 22 6

22:04 Esmeralda, giovane laureata precaria, è in studio: "Ho ricevuto una notizia. Elkann ha ricevuto il mio curriculum. Ora si vedrà".

21:59 dopo la pubblicità, il secondo filmato è dedicato a John Elkann che recentemente ha criticato i giovani per il loro scarso dinamismo. Con questo servizio, assistiamo al racconto di alcuni giovani in difficoltà.

21:48 Alfieri: "Monti ha salvato il paese, ha fatto sei mesi di buon governo". Fischi dal pubblico. Parte un servizio dedicato al "meraviglioso mondo di Renzi".

la gabbia 1 22 5

21:47 Samuele Broglio, artigiano, prende la parola: "Ci hanno rotto i co*lioni! Non so più cosa aspettarmi. Voglio che si faccia qualcosa. Ci sono aziende che chiudono e imprenditori che si ammazzano. Abbiamo troppe tasse e troppa burocrazia. Monti ha fatto una strage, ha fatto tutto il contrario che doveva fare un economista".

21:45 Rondolino: "Ti pare che De Benedetti chiede a Barca di fare il ministro dell'economia? Hanno idee completamente diverse. Renzi deve fare il politico e non il tecnico. La scommessa di Renzi è tutta sul ministero dell'economia".

21:43 Alfieri: "Renzi vuole dimostrare subito all'Europa quello che vuole fare l'Italia". Donato: "Le riforme vanno fatte dalla Germania, se l'Italia fa le riforme, si resterà comunque in crisi".

la gabbia 1 22 4

21:40 Alfieri: "C'è avversione e malessere. Non sono cani sciolti ma lavoratori. Il malessere è diffuso. Il tema della burocrazia e delle tasse alte non è un tema europeo ma un tema italiano. Non trattiamo l'Europa come Satana. Questi problemi c'erano già prima dell'Europa". Donato: "Prima dell'euro, eravamo in un momento di crescita".

21:38 Marco Alfieri è un altro degli ospiti di stasera. Cremaschi: "La crisi economica europea deriva dalle politiche di austerità dei trattati europei. Abbiamo un doppio problema: i soldi che potrebbero essere tagliati dalla spesa pubblica andrebbero alle banche".

21:31 Paragone lancia un filmato dedicato alle proteste degli artigiani.

la gabbia 1 22 3

21:25 Donato: "Renzi deve spiegare con chiarezza il suo programma economico". Gomez: "Le accuse di Grillo a Renzi erano tutt'altro che infondate ma chi ha votato il M5S vuole vedere un altro tipo di cambiamento". Rondolino: "Se metti una telecamera, non sei mai normale. Le tue parole e il tuo comportamento vengono influenzati".

21:23 dal pubblico: "Grillo fa confusione tra Sanremo e Montecitorio. Non c'è stato dialogo tra lui e Renzi. E' facile dire che ha vinto Grillo. Ha parlato solo lui!". Un altro spettatore: "E' chiara la vittoria di Renzi. Grillo ha offerto chiacchiere e monologhi da bar". Altro spettatore: "Il movimento di Grillo ha perso voti oggi".

21:21 Gomez: "Il problema di Grillo era convincere l'elettore che potenzialmente potrebbe votare anche Renzi. Grillo ha voluto sottolineare la differenza tra lui e Renzi. Chi ha votato per le consultazioni, si aspettava un confronto".

la gabbia 1 22 2

21:19 Donato: "Grillo doveva far parlare di più Renzi e contraddirlo punto per punto. Così avrebbe potuto metterlo spalle al muro". Gomez: "Tra otto settimane, capiremo ciò che avrà fatto Renzi. Oggi Grillo ha detto a Renzi quello che molti italiani pensano di lui".

21:17 Rondolino: "E' importante che sia avvenuto questo colloquio. C'è un pezzo di M5S interessato a quello che voleva dire Renzi. Si è presentato direttamente Grillo perché Renzi è un osso duro".

21:15 Giorgio Cremaschi, Fabrizio Rondolino, Francesca Donato e Peter Gomez somo i primi ospiti. Cremaschi: "Chi ha vinto tra Grillo e Renzi? Ma il match qual era? E' una questione un po' sciocca. Sul piano della comunicazione ha vinto Grillo ma non cambia niente perché anche con Bersani era successa la stessa cosa".

la gabbia 1 22 1

21:09 inizio trasmissione. La puntata di stasera si apre con il filmato delle consultazioni avvenute in streaming tra Renzi e Grillo.

La Gabbia, 19 febbraio 2014: Anticipazioni e Live su Polisblog

la gabbia 1-9 47 Questa sera, a partire dalle ore 21:10 su La7, andrà in onda la 22esima puntata de La Gabbia, il programma di approfondimento politico condotto da Gianluigi Paragone.

Il tema centrale della puntata di stasera sarà il governo del presidente del consiglio incaricato, Matteo Renzi. Le domande, alle quali gli ospiti in studio proveranno a dare una risposta, saranno le seguenti. Il segretario del Partito Democratico riuscirà a mantenere la promessa di realizzare una riforma al mese? L'operato del primo governo Renzi sarà influenzato dalle ingerenze dei poteri forti e dalle pressioni della vecchia casta?

Tra gli ospiti di questa sera ci saranno Massimo Corsaro, politico di Fratelli d'Italia, il sindacalista Giorgio Cremaschi, l'avvocato Francesca Donato e i giornalisti Mario Adinolfi, Peter Gomez, Marco Alfieri, Fabrizio Rondolino e Paolo Banard.

La puntata sarà caratterizzata anche dalla presenza dei due comici Paolo Hendel, che riproporrà il suo personaggio più famoso ovvero il magnate Carcarlo Pravettoni, e Saverio Raimondo, che con la sua satira commenterà fatti e personaggi riguardanti il mondo della politica.

Polisblog seguirà in tempo reale questa 22esima puntata de La Gabbia, riportando in diretta tutte le dichiarazioni degli ospiti e gli altri avvenimenti degni di nota.

L'appuntamento è a partire dalle ore 21:10.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO