Governo Renzi: il ministro Federica Guidi a cena ad Arcore da Berlusconi? Lei smentisce

"Mi sono dimessa da tutti gli incarichi. Conosco Berlusconi, ma non sono mai stata ad Arcore a cena".

Federica Guidi, ministro allo Sviluppo Economico, è già stata considerata una "prima grana per il governo Renzi". Per due ragioni: la supposta vicinanza con Silvio Berlusconi e i possibili conflitti d'interesse cui il suo ministero andrebbe incontro. Di che si tratta? Ne ha parlato il Fatto Quotidiano:

Prima ancora di buttarsi a capofitto nel delicato compito di rilanciare l’asfittica economia italiana, Federica Guidi dovrà governare al meglio potenziali situazioni di conflitto di interesse. Che hanno a che fare con la Ducati Energia spa, l’azienda di famiglia, dai cui ruoli di vertice peraltro la Guidi si è prontamente dimessa nelle scorse ore. La neoministro affronterà necessariamente il tema della proiezione sui mercati esteri da parte delle nostre imprese. L’internazionalizzazione è uno snodo cruciale per restituire un po’ di respiro alla fiacca economia italica. E quindi la Guidi non potrà non interessarsi di Simest – società strategica, a controllo pubblico, che supporta e fornisce assistenza alle imprese italiane nel processo di globalizzazione – forse anche al fine di ricalibrarne la missione. Ad esempio, in un’ottica di politica industriale, caldeggiando l’investimento in taluni segmenti o la fuoriuscita da altri.

Sul possibile conflitto d'interesse cui il suo ministero potrebbe andare incontro, Federica Guidi risponde sul Corriere della Sera, parlando di obiezioni risibili, dal momento che ha rassegnato le dimissioni da tutti gli incarichi che aveva nelle varie società. Ha anche ammesso di avere qualche idea riguardo quelli che potrebbero essere i primi provvedimenti del suo ministero, ma anche ammettendo di come sia decisamente troppo presto per parlarne.

Una seconda accusa che però piove sul neo ministro è quella di essere troppo vicina a Silvio Berlusconi, di essere stata anche ospite ad Arcore. Lei spiega:

"Non sono mai stata ad Arcore a cena e Berlusconi non mi ha offerto alcuna candidatura alle Europee. Non riesco a capire come sia nata questa invenzione. Conosco Berlusconi, l'ho incontrato diverse volte ed è vero che, a essere precisi tramite Alfano, mi ha chiesto alle ultime elezioni di entrare in lista nel Pdl. Ma ho rifiutato per due motivi: perché non ho mai voluto scendere in politica e perché avevo un bambino piccolissimo. Renzi non mi ha chiesto alcuna appartenenza politica. Sono al governo solo come imprenditrice, privato cittadino e per la mia storia professionale".

guidi

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO