Piazzapulita, la puntata del 24 febbraio 2014

La puntata del 24 febbraio del talk show di La7 su Polisblog.

piazzapulita 24 2 14 26

00:40 la puntata di stasera termina qui.

piazzapulita 24 2 14 25

00:38 Cecilia Sala, studentessa, prende la parola: "Sentire il discorso di Renzi sulla scuola pubblica mi è piaciuto. Non mi è piaciuto, però, il modo in cui Renzi è arrivato al governo. Ma seconda me dispiace anche a lui. Il governo Letta, però, stava facendo troppo poco e lui si è sentito di intervenire, prendendosi le proprie responsabilità. E' una cosa che lo renderà onesto agli occhi delle persone al contrario di Berlusconi".

piazzapulita 24 2 14 24

00:30 Formigli si ricollega con il Comune di Legnano. Parla un operaio: "Ministri, abbiamo avuto tanta pazienza, vogliamo lavorare, abbiamo un'azienda che sta morendo...". Un altro operaio: "Il nuovo governo Renzi deve rilanciare la Franco Tosi".

00:27 Formigli: "Quei ragazzi sono morti anche per l'Europa. Un governo nuovo, inoltre, dovrebbe parlare anche di politica estera".

piazzapulita 24 2 14 23

00:18 Il voto a Renzi si sta svolgendo in questo momento. Il servizio che chiude la puntata di stasera è dedicato alla rivolta di Kiev, in Ucraina.

piazzapulita 24 2 14 22

00:10 Berlinguer: "Per me Berlusconi può andare avanti anche altri venti anni. Sarà ancora il vostro leader?". Toti: "Mi auguro di sì".

00:07 Martinelli: "Vorrei ripetere che questo è un paese ribaltato. Qui c'è l'opposto: c'è un premier di partito maggioranza relativa che forma un governo di gente riciclata e passa il messaggio che Renzi è un leader. In un paese normale, quando cade un governo, si sciolgono le camere e si va al voto. Renzi è un sindaco a mezzo servizio". Sugli espulsi M5S: "Concepiamo il movimento come una casta. Il problema è come si comportano in parlamento. Dovrà decidere la rete".

00:04 Berlinguer: "Renzi e Grillo sarà il duello politico dei prossimi anni. A destra, non c'è un leader altrettanto forte al momento. Le consultazioni, però, non sono state un momento significativo. Lo streaming falsa molte cose".

piazzapulita 24 2 14 21

00:03 Aminata Fofana, scrittrice vicina al Movimento 5 Stelle, è in studio: "Renzi è un incantatore di serpenti. E' bravo a parlare ma credo che non possa fare niente. E' la continuazione della vecchia politica. Basta vedere i ministri. Ho votato il movimento perché sono stanca e sento la stanchezza della gente intorno a me. In Italia, non c'è la meritocrazia. Grillo non è inciuciato con le banche".

piazzapulita 24 2 14 20

00:00 Toti: "Berlusconi si è assunto la responsabilità di tante cose anche di cose che non ha fatto. Abbiamo fatto troppa dietrologia politica. In base a come affronterà le riforme, dipenderà la sopravvivenza di Renzi. O farà la stessa fine di Letta".

23:58 Berlinguer: "Civati ha avuto una sua coerenza nel Partito Democratico. Era contro il governo Letta ma non può mettersi contro il governo del segretario del partito. La minoranza di Cuperlo non gode di buona salute".

23:55 Formigli: "Ci sarà una mozione di sfiducia del M5S nei confronti del Ministro allo Sviluppo Economico, Guidi". Berlinguer: "Questo governo non arriverà al 2018. C'è un'alleanza di necessità. Se ci arrivano, sarà meglio per tutti, significa che ci sarebbe stabilità. Se questo governo riuscisse a riformare il Senato, a riformare il titolo quinto, la legge elettorali e altre cose importanti sull'economia entro il 2016 sarebbe un bene. Berlusconi? Le elezioni anticipate gli porterebbero difficoltà. Ha bisogno di tempo perché riorganizzare il partito e la coalizione".

piazzapulita 24 2 14 19

23:46 De Nicola: "Padoan è per il mantenimento del 3%. Questa è una benedizione. L'Italia non ha scelta: deve fare bene i propri compiti. Quella è la via da prendere".

23:44 Cusenza: "Padoan è una scelta in sintonia con Draghi. Non c'è dubbio. Padoan ha un profilo adatto. Bisogna vedere quanto reggerà l'accordo che l'ha portato a ricoprire questo ruolo".

piazzapulita 24 2 14 18

23:41 Moretti: "Il nome di Padoan non è stato imposto a Renzi. Renzi si vuole assumere la responsabilità. Gli altri governi non l'hanno fatto e ora si dà la colpa all'Europa".

23:39 Martinelli: "Il discorso che faceva Bernabè sarebbe ancora peggiore per l'Italia. Noi siamo entrati nell'Euro senza rispettare i parametri di Maastricht. Ci hanno venduto l'operazione come la panacea di tutti i mali. Abbiamo creato un debito pagato anche dalla banca tedesca. Padoan è quello del prelievo forzoso del '91. E' stato scelto da Draghi e dalla Merkel. Il problema unico è il ministero dell'Economia ed è quello a cui tutti gli altri ministri battono cassa".

23:35 Meloni: "Non sono stati i mercati. E' stata la banca tedesca a chiedere di vendere il debito pubblico italiano". De Nicola: "Se pensiamo che abbiamo sofferto la crisi per colpa della banca tedesca, siamo rovinati".

piazzapulita 24 2 14 17

23:33 Bernabè: "Un tempo era così: il debito pubblico italiano si vendeva, l'Italia era costretta a politiche di austerità che avrebbero aumentato il debito e i mercati, così, avrebbero raggiunto il loro obiettivo ossia il superamento dell'Euro. Oggi si lavora in senso contrario. Questa situazione di mercato è un'occasione che dobbiamo sfruttare. Non si deve perdere tempo. Renzi? E' importante che porti risultati. Il paese non può attendere. L'urgenza assoluta è creare posti di lavoro. Padoan? Spero abbia la forza, il rigore e l'indipendenza di fare quello che gli italiani gli chiedono. La patrimoniale? Farebbe solo danni".

piazzapulita 24 2 14 16

23:23 De Nicola: "Non siamo schiavi della commissione europea per colpa di chissà quale complotto. Abbiamo una serie di promesse non mantenute e un debito che va sempre più in alto. Prendiamo di meno dall'Europa perché siamo incapaci di prenderlo. Il debito pubblico e le leggi sul lavoro non sono stati fatti dalla Merkel ma le abbiamo fatte noi! Noi non siamo le vittime dell'Europa".

23:20 Meloni: "Questi operai hanno le idee più chiare di Renzi. Abbiamo avuto troppi governi e ministri dell'economia subalterni all'Europa, facendo interessi ai grandi europei. Renzi ha scelto un ministro che viene da quel mondo. Io sono europeista ma questa Europa ci guarda dall'alto verso il basso. Noi contribuiamo all'Europa mentre il nostro Pil crollava. Renzi dovrebbe rispondere su questo".

23:15 Cusenza: "Renzi sarà molto mobile sul territorio. Renzi fa continuo riferimento al paese reale. Ad aprile saremo in campagna elettorale. Renzi ha un mese di tempo per prepararsi".

piazzapulita 24 2 14 15

23:14 intervista a Ermes Mazzoleni, artigiano: "Siamo d'accordo con quello che ha detto Renzi e dobbiamo sostenerlo, sperando che si realizzi. Le loro proposte e le nostre sono interscambiabili. Sono le stesse cose. Da questo governo, vorremmo uno stato etico che si comporti correttamente nei nostri riguardi". Le prima proposta degli artigiani: subito i pagamenti alle imprese o modello di compensazione.

23:10 intervista a Mirco Rota della Fiom: "Renzi deve salvare la Franco Tosi. Potrebbe essere una vetrina importante per il suo governo. Renzi deve avere il coraggio di far ripartire quest'azienda". Rota spiega i tre punti sui quali dovrebbe lavorare il governo: 1. Lavoro: stop licenziamenti, cassa integrazione, sì a contratti solidarietà; 2. Tasse: legge per impedire di mettere la sede legale in regimi fiscali vantaggiosi; 3. Opere pubbliche: fermare le grandi opere e investire in scuole, ospedali, strade.

piazzapulita 24 2 14 14

23:05 Formigli si collega con Valentina Petrini dal Comune di Legnano con operai, artigiani e liberi professionisti.

23:03 De Nicola: "Il programma di Renzi è realizzabile se trovi i soldi per farlo. Farlo tutto subito è difficile. Renzi avrebbe dovuto essere più preciso. Va bene tutto, è un discorso programmatico. E' stato un discorso forte ma troppo vago. Chi vivrà, vedrà. Magari tutti questi soldi che servono già ce li ha in mente. Restiamo in attesa. Però, il fatto che Renzi sia stato zitto sulla lotta all'evasione è un merito. La lotta all'evasione si fa e non si declama".

piazzapulita 24 2 14 13

22:59 Campanella: "Dodici persone, che hanno il controllo del sistema di comunicazione, ci hanno sfiduciato". Battista: "In caso di espulsione, non c'è nessuna possibilità di ricorso. Noi vogliamo essere giudicati direttamente dalla rete. Non si può perdere tempo sull'espulsione di 4 senatori in un momento come questo". Campanella: "Nessuno di noi ha aperto a Renzi, mai avuto questa intenzione. C'è interesse nello screditarci. Non voteremo la fiducia a Renzi".

22:55 Orellana: "Ci sarebbero stati presunte violazioni del codice di comportamento. Abbiamo espresso timide perplessità sul confronto Grillo-Renzi. Ci sembrava un po' un'occasione perduta".

22:53 intervista ai tre senatori del M5S che rischiano l'espulsione. Campanella: "Non sappiamo perché rischiamo l'espulsione. Abbiamo la stessa idea del movimento ma abbiamo criticato Grillo. Tra i nostri colleghi, c'è qualcuno che è più grillino di Grillo".

piazzapulita 24 2 14 12

22:45 Moretti sul Movimento Cinque Stelle: "Il movimento ha soltanto voglia di distruggere". In collegamento, ci sono tre parlamentari del M5S che potrebbero essere espulsi.

22:43 Moretti: "Faremo una legge sul conflitto d'interesse per garantire maggiore trasparenza e maggiore civiltà". Toti: "Non mi sembra un'urgenza".

22:42 Toti: "Nessuno indebolisce un governo da cui trae vantaggio. Berlusconi non ha nessuna carica politica. Non vedo il conflitto di interessi". Berlinguer: "Il conflitto d'interesse non dipende dal posto in Parlamento di Berlusconi. Serve una legge vera sul conflitto d'interesse che riguardi tutti".

piazzapulita 24 2 14 11

22:39 Monteleone: "Berlusconi ha già accordi con Telefonica. Se Telefonica metterà le mani su Telecom, Berlusconi avrà un proprio socio anche in Telecom. Innumerevole la potenza di fuoco. Cosa farà Renzi e il ministro dello sviluppo economico tanto caro a Berlusconi?".

22:37 Monteleone parla delle garanzie che Berlusconi potrebbe aver chiesto a Renzi sul proprio impero mediatico e finanziario. Si parla del conflitto d'interessi e riascoltiamo, in merito, vecchie dichiarazioni di Letta. Monteleone: "Al Biscione, le larghe intese portano fortuna". Guardiamo i dati riguardanti i guadagni delle proprietà di Berlusconi negli ultimi mesi.

piazzapulita 24 2 14 10

22:32 Toti: "L'ammirazione di Berlusconi per Renzi è cosa nota. Nel governo Renzi, non ci sono ministri berlusconiani". Berlinguer: "Berlusconi è innamorato di Renzi e si sa. Berlusconi è in difficoltà perché non ha un candidato premier. Berlusconi ha interessi da tutelare".

22:29 Martinelli: "Secondo me, Renzi si è già giocato la faccia. E' una predica priva di contenuti. Ha fatto solo promesse senza dare un dato o un numero. Renzi ha fatto un Letta bis. Alfano, ministro dell'Interno, è una costola di Berlusconi. Chi ha rubato in questi anni, l'ha fatta franca. Con questa classe, le riforme non si possono fare". Toti: "Ma Berlusconi è all'opposizione!". Formigli: "Per attaccare Renzi, dovrebbe rivolgersi alla Moretti e non a Toti. Sono saltate tutte le geometrie!". Martinelli: "Abbiamo un'alleanza trasversale affinché nulla cambi".

piazzapulita 24 2 14 9

22:22 intervista a Verdini: "Noi abbiamo trattato e abbiamo accettato la proposta di Renzi sulla legge elettorale. Non ci sono segreti. Questo non è il governo di Renzi. Il feeling con Renzi? Siamo fiorentini! Non credo che Berlusconi darà le chiavi di Forza Italia a Renzi. Uno come Renzi, a Berlusconi piace".

piazzapulita 24 2 14 8

22:20 Toti: "Speriamo anche noi che Renzi passi dalle parole ai fatti. Renzi è la vera e unica novità di questo governo. Tutto il resto già c'era. Renzi ha voglia di fare le riforme che è anche la nostra voglia di fare le riforme. Renzi sta faticando, però, a mettersi la giacca da premier. Ha fatto un discorso da campagna elettorale e non da uno che ha già giurato. Il fallimento di questo governo sarebbe nutrimento per l'anti-politica. Ci sarà pieno confronto sulle riforme".

piazzapulita 24 2 14 7

22:18 Renzi: "Fuori di qui non c'è bisogno di grandi discorsi. La gente non ha bisogno di prediche, ha bisogno di fatti". Replica terminata.

22:16 Renzi: "Se la legge elettorale che stiamo discutendo fosse stata in vigore nelle scorse politiche, ci sarebbe stato un ballottaggio tra Bersani e Berlusconi e ci sarebbe stato un vincitore. Avere un vincitore secco significa avere la sicurezza di dare la colpa a qualcuno di preciso se le cose non si fanno".

22:11 Renzi: "Vogliamo portare insieme una diversa politica sul lavoro, sulla giustizia e sul fisco. Impostiamo il semestre europeo, facendo valere le nostre idee sull'Europa. L'Italia che vogliamo ricostruire è l'Italia che può essere leader nel mondo. Deve esserci una classe politica, però, che non deve evitare il confronto. Se si fallisce questa volta, resterà il rimpianto della più grande occasione perduta".

22:04 continua il discorso di Renzi: "Sarebbe bastato usare le solite frasi fatte per ottenere la fiducia. Ma non dobbiamo accontentarci solo delle parole. Noi non prenderemo impegni teorici e astratti". Sulla seconda elezione di Napolitano: "Ho provato un senso di vergogna verso una classe politica incapace di individuare una persona incaricata per la guida del paese, chiedendo un sacrificio umano e politico a Napolitano. Le sue parole hanno suonato in modo fortissimo. Ma il processo di riforma da lui auspicato è partito e si è bloccato".

piazzapulita 24 2 14 6

21:56 ascoltiamo la replica di Matteo Renzi, che si sta svolgendo in questo momento, in aula prima del voto: "Quando si parla di fronte al Senato, si sta parlando con i rappresentanti dei cittadini. Questo governo non avrà mai un doppio registro, non mancherà mai il rispetto formale e istituzionale. Non ci sarà differenza tra quello che diremo qui e quello che diremo fuori".

21:50 Moretti: "La riforma elettorale non arriverà entro febbraio. Ho notato una forte discontinuità verso il passato. Renzi si è preso le sue responsabilità. Gli altri premier sono saltati sempre per colpa degli altri. Il problema delle risorse verrà affrontato. Arriverà a breve la riforma dell'abolizione delle province. Questo è il governo di Matteo Renzi. Quello di Letta era un governo di servizio: Letta è comunque riuscito a farci uscire dalla palude".

piazzapulita 24 2 14 5

21:47 Meloni: "Mi sta sorprendendo l'ultima storia di Renzi. Io per prima sono rimasta affascinata dal primo Renzi. Poi, alla prova dei fatti, Renzi si è comportato uguale o forse peggio di tutti gli altri. Ha evitato le elezioni e si è prestato ad un banale gioco di palazzo. Con questo governo, non c'è discontinuità rispetto al governo Letta. Oggi Renzi arriva in aula ed una supercazzola del conte Mascetti è un programma di governo più serio. Renzi l'ha buttata in caciara".

21:43 Formigli sottolinea che Renzi non ha dedicato nessun passaggio del suo discorso a ciò che sta succedendo in Ucraina. Berlinguer: "Nei discorsi in aula, non si è mai dedicato spazio alla politica estera. Non è un problema di Renzi.

21:41 Cusenza: "Renzi ha dato il meglio di se stesso. Ha parlato a braccio ed è una novità assoluta. Dà un messaggio di sicurezza. Renzi vuole dare una sensazione di concretezza. Riguardo la formula di governo, è chiaro che Renzi si è fatto una squadra a sua immagine e somiglianza. Facendo il paragone con il Governo Letta, non ci sono differenza macroscopiche".

piazzapulita 24 2 14 4

21:38 ascoltiamo la parte del discorso di Renzi riguardo lo sblocco totale dei debiti della pubblica amministrazione, sui fondi di garanzia per le piccole e medie imprese, sulla riduzione a doppia cifra del cuneo fiscale.

21:35 Berlinguer: "Renzi ha ribadito che si assume la responsabilità di questo governo. La sua squadra è stata pensata in funzione di questo. Una squadra giovane ed è un dato positivo. Ma ha costruito questo governo incentrato su se stesso. Renzi è il leader indiscusso e gli altri sono collegati a lui. Il governo Letta era un governo espressione di Napolitano, questo è un governo espressione di Renzi. Poi bisogna capire anche da dove arriveranno i soldi per realizzare ciò che Renzi ha promesso oggi".

piazzapulita 24 2 14 3

21:27 Alessandra Moretti, Giovanni Toti, Giorgia Meloni, Daniele Martinelli, Bianca Berlinguer, Virman Cusenza e Alessandro De Nicola sono gli ospiti di stasera. Il voto di fiducia è previsto per la mezzanotte. Renzi ha previsto 170 voti a favore.

piazzapulita 24 2 14 2

21:14 il primo servizio di stasera è dedicato alle prime impressioni dopo la formazione del governo Renzi. Sortino intervista Franceschini: "C'è voglia di cambiamento. Il ministero ad Alfano non è una sconfitta per Renzi". Lupi: "Non è una questione di vittoria per il NCD. Volevamo dare continuità al lavoro finora svolto". Civati: "Da oggi comincia il dopo-Renzi. Renzi ha scelto la politica del passato".

piazzapulita 24 2 14 1

21:10 inizio trasmissione. Corrado Formigli: "Continua il Renzi-day. Vi daremo il voto della fiducia in diretta. Il risultato non è scontato".

Piazzapulita, 24 febbraio 2014: Anticipazioni e Live su Polisblog

corrado formigli

Nel giorno della fiducia del Senato al governo Renzi torna Piazzapulita in prima serata su La7, con liveblogging di PolisBlog a partire dalle ore 21.10.
Nella puntata odierna, oltre a commentare la discussione parlamentare a seguito del primo discorso da Premier di Renzi in aula, si cercherà di capire se le scadenze indicate dal segretario del Pd sulle riforme elettorali, del mercato del lavoro, della pubblica amministazione e del fisco, sono realistiche o meno.

Ospiti di Corrado Formigli nella puntata intitolata I tre mesi del condor sono Alessandra Moretti del Pd, Giovanni Toti, consigliere politico di Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia, Bianca Berlinguer, direttore del Tg3, Wirman Cusenza, direttore del Messaggero, il blogger e attivista del M5S Daniele Martinelli e Alessandro De Nicola, Presidente di Adam Smith Society.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO