No Tav | Erri De Luca indagato per reato d'opinione

Italian writer Erri de Luca attends on M
La procura di Torino ha iscritto nel registro degli indagati il poeta e romanziere Erri De Luca. Il reato contestato è istigazione "al sabotaggio della Tav in Val di Susa". Il commento dello scrittore all'atto di incriminazione è arrivato puntuale e pungente sul suo profilo Facebook:

"Ricevo dalla Procura di Torino la incriminazione per avere istigato al sabotaggio della TAV in Val di Susa. Citano le mie parole a sostegno. Per uno scrittore il reato di opinione e' un onore"

La procura, nel settembre scorso, aveva aperto un fascicolo sulle dichiarazioni di De Luca in seguito alla denuncia di Ltf, azienda addetta alla realizzazione dell'alta velocità Torino-Lione. Ricordiamo, a tale proposito, che lo scrittore aveva avallato il sabotaggio come forma di resistenza rispetto ad "una decisione presa dalle banche e da coloro che devono lucrare a danno della vita e della salute di una intera valle".

Ai media (Repubblica in testa) che iniziarono a parlare di istigazione al terrorismo, De Luca replicò: "la Tav va sabotata. Ecco perché le cesoie servivano: sono utili a tagliare le reti. Nessun terrorismo". A scagliarsi contro De Luca non furono solo i commentatori della cronaca e della politica, ma anche lo storico Guido Crainz, sempre su Repubblica. Lo storico non toccò minimamente nel suo intervento il problema della Tav, si limitò ad evocare il clima degli anni '70 in Italia e a tracciare una linea di distinzione tra forme di protesta buone e forme di protesta cattive. De Luca, come nel suo stile, non retrocesse di un millimetro dalle sue posizioni e rispose provocatoriamente: "Uno storico ufficiale, stipendiato per trasmettere storia, che trascura i fatti a beneficio di una tesi, commette omissione in atti di suo ufficio. Stabilito questo, non sono uno storico ma ho buona memoria".

Anche i No Tav sono intervenuti sul reato contestato a De Luca. Dal loro sito si legge:

"Senza pudore i soliti pm non contenti di arrestare e denunciare più notav possibili, ora incriminano le idee e le parole. Nulla di nuovo sono gli stessi che aprono fascicoli su fascicoli sulle continue lettere che singoli in vena di pubblicità spediscono all’ Ltf o politico di turno, probabilmente avranno una media annuale da fissare per qualche record del palazzo di giustizia"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO