Renzi-Di Maio, scambio di "pizzini" alla Camera (FOTO)

Scambio di bigliettini in aula, poi il vicepresidente della Camera mostra i "reperti"

Tra Senato e Camera, le lunghe giornate del voto di fiducia al Governo Renzi hanno regalato anche tempo per coltivare rapporti tra i parlamentari e il nuovo esecutivo. Chiacchierate ma soprattutto foglietti che ieri e oggi svolazzavano nelle Aule.

Proprio a Montecitorio, questa mattina, è andato in scena uno scambio di "pizzini" tra Matteo Renzi e Luigi Di Maio. In nome della trasparenza grillina, il vicepresidente della Camera ha poi fotografato tutti i reperti (inviati e ricevuti) per poi pubblicarli sulla sua pagina Facebook.

Lo scambio epistolare, secondo il racconto dello stesso Di Maio, parte da Matteo Renzi che scrive al deputato a 5 Stelle commentando evidentemente alcuni interventi dei grillini:

"Scusa l'ingenuità caro Luigi. Ma voi fate sempre così? Io mi ero fatto l'idea che su alcuni temi potessimo davvero confrontarci. Ma è così oggi per esigenze di comunicazione o è sempre così ed è impossibile confrontarsi?
Giusto per capire. Sul serio senza alcuna polemica. Buon lavoro. Matteo Renzi."

La prima risposta di Di Maio è un richiamo a Renzi per la scarsa attenzione ("Il Governo è tenuto ad ascoltare i Deputati"). E poi: "Che ti aspettavi, gli applausi?".

Secondo pizzino di Renzi:

"Capisco. Se vedi occasioni reali di dialogo nell'interesse dei cittadini (a me della parte mediatica interessa il giusto: ognuno fa la sua parte). Fammi sapere.
So che parli con Giachetti. Se ti va bene utilizziamo lui come contatto.
Se ci sono cose fattibili insieme alla luce del sole, nell'interesse degli italiani, io ci sono.
Buon lavoro. Matteo Renzi"

Di Maio chiude la conversazione via pizzino scrivendogli "basta con questi biglietti berlusconiani".

pizzino-renzi

Di seguito le foto di tutti i foglietti scritti da Renzi e Di Maio

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO