Movimento 5 Stelle verso la scissione? L'espulsione dei dissidenti spacca il gruppo. In dieci verso le dimissioni

Bignami, Bencini, Mussini e Romani hanno presentato le proprie dimissioni da parlamentare del Movimento 5 Stelle.

19:40 Oltre due terzi dei votanti ha scelto di espellere i quattro senatori dal partito, per la precisione il 68,90% fra gli aventi diritto che hanno deciso di partecipare alla votazione telematica. Il 31,10% si è espresso contro l'espulsione. L'esito della consultazione è stato annunciato con un tweet dal leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo.


ore 19:15 Il Movimento 5 Stelle ha espresso il proprio voto telematicamente e i quattro senatori dissidenti verranno espulsi. Alle votazioni hanno partecipato 43.368 iscritti certificati: 29.883 hanno votato per la delibera di espulsione, mentre 13.485 hanno votato contro.

17.30 Maurizio Romani comunica su Facebook di volersi dimettere da senatore:

Come ho dichiarato nel mio intervento dell'altro giorno in Senato, sono entrato a fare parte del Mov5s perché ne condividevo i valori di democrazia, trasparenza e integrità - e per la volontà di essere artefici di un cambiamento del quale il Paese continua ad avere bisogno.

Oggi, le vicende interne al Movimento mi portano con dolore a constatare che le cose sono cambiate.

Quei valori non sono più i valori che ispirano il comportamento di molti di noi.

Oggi non mi sento più in coscienza di seguire certe scelte che considero sbagliate e soprattutto inefficaci.

Se lo facessi tradirei quegli stessi valori e tradirei il mandato ricevuto da chi mi ha eletto e ha fiducia in me.

Sono infatti convinto che espellere ed epurare siano metodi antidemocratici e assolutamente inefficaci a farci ottenere proprio quel cambiamento che i cittadini si aspettano da noi.

Oggi rassegno quindi le mie dimissioni da Senatore della Repubblica per lealtà e fedeltà allo Stato e alle Sue istituzioni, agli ideali stessi del Mov5s e alla mia coscienza di uomo e di cittadino.

16.25 Secondo la senatrice del M5S Elena Fattori sarebbero circa una decina i senatori pentastellati a essere pronti a lasciare il gruppo e a presentare le dimissioni.

15.26 Altre due parlamentari del M5S sarebbero decise a dare le dimissioni, si tratta di Casaletto (nota dissidente) e Di Pietro.

15.09 Roberto Cotti conferma come sarebbero "più di trenta" i senatori pronti a dare le dimissioni o a passare nel misto.

14.28 È in corso presso la sala della III commissione del Senato la riunione dei senatori del Movimento 5 Stelle sulle espulsioni dei quattro dissidenti e sulla possibilità di dimissioni di altri quattro senatori. Tra questi Maurizio Romani, Laura Bignami e Alessandra Bencini.

14.20 Alessandra Bencini dà le sue dimissioni dalla carica di senatrice del Movimento 5 Stelle, lo ha annunciato all'Ansa, cui ha anche detto: "Basta. Voglio tornare a casa, così non va". Intanto sembra che altri tre senatori abbiano dato le loro dimissioni, come rivelato dal giornalista dell'HuffPost Pietro Salvatori su Twitter. Se di vere dimissioni si trattasse, questi senatori non lascerebbero il gruppo, ma proprio il Senato. E quattro non eletti nelle fila del M5S subentrerebbero al loro posto.


Il Movimento 5 Stelle sta affrontando un momento particolarmente difficile: l'espulsione dei dissidenti M5S che si sta votando in queste ore sul web è forse meno scontata del previsto (viste le ultime sconfessioni andate in scena nei sondaggi sul blog di Beppe Grillo), ma comunque andrà a finire ci saranno risvolti pesanti per il partito. L'opzione meno probabile è che il voto sia nuovamente contrario a quelle che sono state le indicazioni di Beppe Grillo e che assolva Orellana (che spiega la sua versione dei fatti nel video che trovate in cima al post), Bocchino, Campanella e Battista. In questo caso, però, sarebbe difficile per Grillo & Casaleggio pensare di poter ancora tenere in mano il partito. Vista soprattutto la chiarissima indicazione pro-espulsione che il leader ha dato.

Uno scenario interessante, ma l'ipotesi più probabile resta quello secondo cui il voto confermerà quanto, di fatto, esplicitamente richiesto da Grillo (e anche su questo punto, ci sarebbe parecchio da discutere). E a quel punto il Movimento 5 Stelle si troverà privo di quattro senatori non particolarmente dotati di carisma (non è come uscissero contemporaneamente Di Battista e Taverna, per intenderci), ma che hanno catalizzato su di loro l'attenzione di chi mal sopporta questo atteggiamento da caccia alle streghe da parte dei capi del movimento.

Inutile che ci si venga a raccontare che l'espulsione dei quattro sia stata decisa dai "territori" (quali territori, poi, che anche i meetup esistono solo in rete e comanda chi ha la password), quando è chiaro che è stata l'insofferenza sul piano nazionale a far scoppiare la questione. E la pentola a pressione in cui si trovano i malpancisti sta per esplodere. Scrive l'HuffPost:

Ma i toni del post di Beppe hanno provocato una slavina. "Io con questa roba non ho nulla a che fare, voglio andarmene da questa follia", sbotta un senatore, gli occhi lucidi. Lui e sette, otto, forse una decina di suoi colleghi hanno deciso: "Un minuto dopo la ratifica dell'espulsione ci dimettiamo, questa schifezza è un Soviet, non il Movimento che abbiamo conosciuto". Un numero preciso non è ancora prevedibile, ma sono molti che dicono senza mezzi termini che "ormai è certo, non si torna indietro".

Dieci senatori pronti a lasciare il gruppo, ma altre fonti parlando di una trentina di senatori pronti ad andarsene per protesta contro i metodi inquisitori. Resta da capire se questa volta la minaccia sarà davvero portata a termine o se tutto rientrerà, come già accaduto una volta. Nel caso davvero i senatori dovessero in buona parte lasciare il gruppo, ecco che il sempre dialogante con quell'area Pippo Civati potrebbe trovare i numeri che gli servono per dare via a quel gruppo per il quale ha già depositato il logo e che andrebbe (ma finché non lo si vede è difficile crederci) sotto il nome di Nuovo Centrosinistra.

campanella m5s

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO