Elezioni Europee 2014 | Commissione: Schulz in conflitto di interessi?

FRANCE-EU-SYRIA-HOSTAGES
Elezioni europee 2014. Il candidato tedesco alla presidenza della Commissione europea per i socialisti sarà, come noto, Martin Schulz. Personalità abbastanza conosciuta nei vari paesi dell'Unione, soprattutto per la sua vis polemica. Tuttavia, sorge un piccola questione.

E' lecito che Schulz conservi la carica di presidente del Parlamento di Bruxelles in campagna elettorale? I primi a sollevare il problema sono stati i Verdi Europei, attraverso il capogruppo Daniel Cohn-Bendit. Secondo l'esponente ambientalista francese, non è possibile continuare a rappresentare tutte le famiglie politiche dell'Unione e allo stesso tempo far leva sul proprio ruolo istituzionale per ottenere visibilità tra gli elettori. Per queste ragioni, Cohn-Bendit non chiede che Schulz si dimetta "ma che dia prova di moderazione". In che modo? Lasciando che venga incaricato uno dei vicepresidente per esprimere le posizioni ufficiali del Parlamento.

I partiti tedeschi della Cdu (Unione Cristiano Democratica) e Fdp (Partito liberaldemocartico), invece, chiedono una soluzione più radicale. Per entrambi sarebbero necessarie le dimissioni. A tale riguardo, Graf Lambsdorff, capolista di Fdp alle elezioni del maggio prossimo, ci va giù pesante. A suo avviso, Schulz sta impropriamente svolgendo il suo ruolo: "Il presidente del Parlamento europeo non può beneficiare del potere e delle risorse dell’ente per la sua campagna elettorale".

Il candidato di S&D (Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici) ha già fatto sapere che non ha alcuna intenzione di dimettersi. D'altro canto non c'è nessuna regola statuita che glielo imponga. Detto ciò, si auspica almeno una certa sobrietà da parte di Schulz. A tale proposito, ci pare opportuno evidenziare che affiancare viaggi di carattere istituzionale alla campagna elettorale non appare un'operazione trasparente.

Nel nostro paese è già accaduto una settimana fa. Le dichiarazioni di felicitazione per Renzi e lo "scouting" tra i deputati di Sel sono stati intervallati da un Convegno con Napolitano. Ivi Schulz presenziava non come leader dei socialisti, ma come presidente del Parlamento europeo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO