Sondaggi politici: battuta d'arresto del M5S

Il partito di Grillo e Casaleggio paga per le espulsioni?

Il Movimento 5 Stelle viene severamente punito nei sondaggi politici dopo la questione delle espulsioni e del rischio scissione che si è visto negli ultimi giorni. Ed è probabile che i sondaggi Ixè trasmessi ad Agorà non prendano neanche pienamente in considerazione quanto avvenuto, dal momento che la vicenda è ancora in piena evoluzione. Insomma, brutte notizie per il M5S, che in una sola settimana perde quasi due punti percentuali e scende al 21,8%.

BhjIj17CEAAbgW2

Con il risultato che il M5S si fa superare da Forza Italia, che invece cresce di uno 0,8 e arriva al 22,5%. Una crescita che potrebbe anche essere dovuto proprio al calo del Movimento 5 Stelle, il cui elettorato proviene in una percentuale non trascurabile proprio da settori ex-berlusconiani e leghisti. Così come una parte non trascurabile proviene invece dalla sinistra del Partito Democratico, che infatti conquista quasi un punto torno e arriva al 30,3%.

Un ottimo risultato per un partito che veniva dato in seria difficoltà dopo l'instaurazione del governo Renzi e le tante scintille che l'hanno attraversato. E invece, complice probabilmente anche il successo di Matteo Renzi registrato dai sondaggi, ecco che il Partito Democratico inverte la rotta che aveva intrapreso nelle ultime settimane.

Tra i partiti minori si segnala che il Nuovo Centrodestra di Alfano interrompe l'emorragia di voti e arriva al 3.8%, la Lega Nord stabile al 3,6%, Sel riprende a crescere e arriva al 3.4%, Fratelli d'Italia - che ha incluso nel suo simbolo quello di An - al 2,9%.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO