Governo Renzi: Enrico Costa viceministro della Giustizia

Enrico Costa è figlio di Raffaele Costa.

Enrico Costa, viceministro alla Giustizia del governo Renzi, è nato a Cuneo il 29 novembre del 1969, è laureato in Giurisprudenza, avvocato, siede sugli scranni della Camera dei Deputati da tre legislature. Prima in Forza Italia, poi nel Popolo delle Libertà, ora nel Nuovo Centro Destra di Angelino Alfano.

È figlio di Raffaele Costa, anch'egli politico di lungo corso avendo fatto parte del Parlamento per otto legislature e avendo ricoperto il ruolo di ministro degli Affari Regionali nel governo Amato dal 1992 al 1993 e poi dei Trasporti con Ciampi dal 1993 al 1994, poi ancora della Sanità con Berlusconi dal 1993 al 1994, per poi diventare dieci anni dopo Presidente della Provincia di Cuneo (2004-2009).

Dal 3 dicembre 2013 Enrico Costa ha ricoperto il ruolo di capogruppo del gruppo parlamentare del NCD alla Camera, mentre dal maggior del 2013 fino a dicembre è stato vicepresidente della Giunta per le Autorizzazioni e del Comitato parlamentare per i procedimenti di accusa. Fa parte della commissione Giustizia e ovviamente della Conferenza dei presidenti di gruppo. Proprio nella commissione Giustizia, per il governo Berlusconi, è stato relatore del Lodo Alfano.

La sua attività politica è iniziata ufficialmente nel 2004 come consigliere comunale di Forza Italia, poi consigliere regionale, infine deputato dal 2006, oggi entra a far parte del Governo Renzi come vice di Andrea Orlando.

Tra gli episodi che lo riguardano ricordiamo che con Manlio Contento aveva chiesto, nel 2011, all'allora guardasigilli Francesco Nitto Palma, di inviare gli ispettori ministeriali alla Procura di Napoli che indagava su Berlusconi.

Enrico Costa viceministro della Giustizia

Foto © Nuovo Centro Destra

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO