Angelino Alfano auspica le primarie nel Centrodestra

Alfano ammette di aver invidiato Renzi e la sua doppia partecipazione alle primarie.

Dal palco del Teatro Dal Verme di Milano, dove il Nuovo Centrodestra ha organizzato l'incontro "Imprese e professioni, risorsa del Paese e sfida per la politica", il segretario Alfano ha invocato l'introduzione delle primarie anche nello schieramento di Centrodestra.

Il ministro dell'Interno ha dichiarato di aver invidiato un po' Renzi che ha avuto la possibilità di misurarsi per ben due volte davanti al suo elettorato e di vincere le consultazioni interne dopo averle perse: "Perché questo non può avvenire anche nel Centerdestra?" si è chiesto retoricamente Alfano.

Chiara è stata la stoccata a Forza Italia e al suo inossidabile leader unico, Silvio Berlusconi, tuttora inamovibile nonostante la condanna definitiva e la decadenza da senatore. La polemica a distanza con il suo ex-mentore è proseguita nella valutazione sulla vita futura del governo: se per Berlusconi tra poco si andrà al voto, per Alfano invece l'esecutivo è ciò di cui ha bisogno il Paese in questo delicato momento di crisi.

Alfano, che ha più volte ribadito come il NCD, oltre al nome abbia un dna di centrodestra, nonostante sia al governo col PD, ha approfittato dell'occasione per presentare un prestigioso "nuovo acquisto": Gabriele Albertini.

L'ex sindaco di Milano passa ufficialmente alla nuova formazione guidata da Alfano. Con questa adesione al NCD cominciano a essere numerosi i cambi di casacca di Albertini: dal suo ingresso in politica nel 1997 il senatore milanese ha militato in Forza Italia, nel PDL, in Scelta Civica, in Per l'Italia e infine nel NCD.

Alfano_primarie_centrodestra

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO