USA 2012: Obama risponde a Romney


Barack Obama ha scelto il David Letterman show, una delle istituzioni televisive americane, per rispondere a Mitt Romney, che ieri si era reso protagonista di una gaffe che potrebbe costargli la Casa Bianca: in un video rubato durante un incontro con dei ricchi finanziatori, il candidato repubblicano si lasciava andare a opinioni a ruota libera contro il "47% di americani" che vota democratico e che vuole "farsi mantenere dallo stato".

E Obama non si è fatto sfuggire l'occasione per replicare all'avversario, ricordando ciò che lui aveva detto quattro anni fa all'indomani dell'elezione

Quando nel 2008 ho vinto le elezioni, il 47% degli americani aveva votato per John McCain e non per me. La notte delle elezioni io ho detto: 'Anche se non avete votato per me io ascolto la vostra voce, e lavorerò duro per essere il vostro presidente'. E una delle cose che ho imparato da presidente è che tu rappresenti l'intera nazione.

Ma nonostante le critiche (oggi un editoriale del NY Times stronca il candidato repubblicano accusandolo di fare lotta di classe per i ricchi), Romney fa solo mezzo passo indietro.

Se da un lato si scusa per i termini "infelici" usati, dall'altro ribadisce le proprie idee e spiega che, anzi, questo incidente aiuterà a chiarire le differenze filosofiche tra Obama, che crede nella redistribuzione del reddito, e lui che invece crede nella libertà individuale e nel libero mercato. Una strategia rischiosa, che ha l'obiettivo di minimizzare e far rientrare nell'alveo del dibattito politico quella che è stata una gaffe forse fatale: se Romney si fosse solo scusato, avrebbe dovuto ammettere di aver sbagliato del tutto, ma ciò non toglie che difficilmente gli elettori indecisi appartenenti alla classe media saranno ben disposti a votare per lui.

E i sondaggi? È ancora presto per sapere se questo botta e risposta avrà influito significativamente, perché le rilevazioni settimanali si fermano a lunedì scorso, ma in questo momento Obama è tornato in testa. Il 7 settembre, subito dopo la chiusura della convention democratica, Obama ha staccato Romney di 4 punti (48,3% contro 44,3%), poi il repubblicano ha lentamente riguadagnato terreno; ma nella settimana che ha visto l'uccisione dell'ambasciatore in Libia, Obama è riuscito a mantenere a distanza il rivale in media di 1 punto e mezzo. Nei prossimi giorni si vedrà l'impatto delle parole di Romney sull'opinione pubblica americana

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO