Sgarbi: la trattativa tra Stato e mafia non è mai esistita


La trattativa stato-mafia? Non è mai esistita, ad assicurarlo è Vittorio Sgarbi che, in Sicilia per la campagna elettorale per le elezioni regionali, ne approfitta per esternare sulla mafia. Proprio nel giorno in cui la Consulta deve esprimersi sull'ammissibilità del ricorso di Napolitano contro la procura di Palermo, il critico d'arte, che appoggia la candidatura di Nello Musumeci per il centro-destra, spiega perché la trattativa non può essere avvenuta.

Come poteva Dell'Utri trattare con Ciancimino se era in galera? Questa invenzione della trattativa presuppone della gente che tratta con persone che non ci sono. Capisco che uno voglia ricostruire una storia, ma fai un saggio, non un processo

E l'abrogazione del 41bis per i boss mafiosi decisa nel 1993? Vittorio Sgarbi ha una risposta anche a questa obiezione.

Hanno tolto il 41-bis a quattro pezzenti. Questo processo è un abuso dei magistrati che inventano i reati per assumere un ruolo di grandi combattenti della mafia che non c'era a quei tempi e non c'è oggi

Niente mafia, né ieri né oggi. Sgarbi si spinge così ancora più in là di Gianfranco Micciché, anch'egli candidato alla presidenza della Regione Sicilia, che ha lanciato una proposta che non ha mancato di fare scalpore. Il leader di Grande Sud, che è sceso in campo dopo aver lanciato e poi rinnegato la candidatura di Musumeci per il centrodestra, ha detto che se eletto proporrà di cambiare il nome all'aeroporto di Palermo: non più Falcone e Borsellino ma Archimede, perché i nomi dei due giudici "ricordano troppo la mafia" e questo non è carino nei confronti dei turisti che atterrano in Sicilia. Evidentemente Micciché pensa che altrimenti i visitatori della Sicilia non saranno a conoscenza della mafia.

Tornando a Sgarbi, l'ex sindaco di Salemi ha lanciato un appello a un altro candidato governatore, Cateno De Luca, leader della lista "Rivoluzione siciliana" appoggiata dall'estrema destra di Forza Nuova e dal movimento dei forconi. Sgarbi ha invitato De Luca ad appoggiare Musumeci per portare la "rivoluzione" nel centrodestra - e spostare così ancora più all'estremo l'asse della coalizione, che già adesso appoggia un candidato espressione della Destra di Storace - ma De Luca ha già fatto sapere che andrà avanti per la sua strada.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO