Nobel per la pace, Papa Francesco e Putin tra i candidati

Presentata la lista dei 278 candidati. Ci sono anche Edward Snowden e la giovane Malala Yousafzai.

Papa Francesco e il presidente russo Vladimir Putin sono tra i candidati al premio Nobel per la pace, il riconoscimento che ogni anno viene assegnato durante la cerimonia che si tiene a Oslo.

Ad annunciarlo oggi ci ha pensato Geir Lundestad, direttore dell’Istituto Nobel ad Olso, che ha presentato ufficialmente la lista di tutti i candidati, 278 nomi che vanno dal Santo Padre ad Edward Snowden, l’ex tecnico della CIA che ha dato l’avvio allo scandalo Datagate, passando proprio per il presidente russo, scelto per l’impegno dimostrato per evitare la guerra in Siria.

Oggi, alla luce degli eventi che riguardano l’Ucraina, questa candidatura stona e non poco, ma occorre sottolineare che a determinare le nomination sono centinaia e centinaia di persone: tutti i membri dei tribunali internazionali, membri delle assemblee nazionali, rettori di università, professori di scienze sociali, storia, filosofia, legge e teologia, persone che hanno già ricevuto il Nobel per la Pace, tutti i membri delle organizzazioni che hanno ricevuto l’ambito riconoscimento, oltre ai membri, presenti e passati, del Comitato per il Nobel norvegese.

La lista dei nomi è generalmente tenuta segreta, anche se gli sponsor hanno la libertà di decidere se divulgare o meno l’identità di alcuni dei nominati. E’ il caso proprio di Papa Francesco, Vladimir Putin e la giovane Malala Yousafzai, la ragazza pakistana vittima di un attentato da parte dei talebani, scelta per il suo impegno a favore dell’istruzione femminile.

Papa Francesco fa il segno “ok”


La candidatura del presidente Putin è stata promossa dall’Accademia Internazionale dell’Unità Spirituale e della Cooperazione tra Nazioni del Mondo, un’organizzazione russa vicina al governo di Putin e sostenuta anche dal popolare cantante Iosif Kobzon, nonché membro del parlamento russo, che già lo scorso dicembre aveva dichiarato come, secondo il suo parere, Putin meritasse quel premio molto più di Barack Obama, che ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace nel 2009.

E’ stato confermato anche che tra i 278 nomi ci sono anche 47 organizzazioni di cui però, al momento, non si conosce l’identità.

Quest’anno, come precisato dallo stesso Lundestad, si è avuto un vero e proprio record di nomination. La lista, ora, verrà ridotta a circa una quarantina di nomi, che diventeranno la metà entro la fine di aprile. Il compito, stavolta, spetta al Comitato per il Nobel norvegese, composto da cinque persone.

Il vincitore, invece, sarà annunciato ad Oslo il prossimo 10 ottobre. E, se tanto ci dà tanto, dopo esser stato eletto personaggio del 2013 dal Time, Papa Francesco potrebbe avere la vittoria in tasca.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO