Sarkozy - Bruni: pubblicate nuove telefonate, e arriva la denuncia

L'ex presidente francese e la consorte portano in tribunale un consigliere che ha passato, in modo fraudolento, le intercettazioni ai giornali.

L'ex presidente francese, Nicolas Sarkozy, ha presentato denuncia dopo la pubblicazione delle nuove, imbarazzanti registrazioni telefoniche, rese note in modo clandestino da uno dei suoi consigliere all'Eliseo, Patrick Buisson. Quest'ultimo, tra l'altro, sarebbe stato l'ispiratore della "svolta a destra" nella campagna elettorale del 2012 che ha visto Sarkozy perdere dopo il primo mandato quinquennale all'Eliseo.

Oggi i legali di Sarkozy hanno reso noto che lui e Carla Bruni si rivolgeranno d'urgenza alla magistratura per violazione della privacy. Secondo i media transalpini, il vero obiettivo di Sarkò è ottenere dalla polizia il sequestro delle registrazioni di Buisson e provare così a impedire che nuovi passi dagli effetti potenzialmente e politicamente devastanti per l'ex presidente possano essere resi pubblici.

Buisson ha già fatto sapere che presenterà una contro denuncia, per furto. Le conversazioni tra Sarkozy e la moglie dovevano naturalmente restare segrete. I legali, Thierry Herzog e Richard Malka, hanno detto: "I nostri assistiti non possono accettare che dichiarazioni fatte a titolo privato siano state registrare e diffuse senza il loro consenso".

A pubblicare queste conversazioni è stato il settimanale Le Canard Enchainé, così come il sito atlantic.fr. A trapelare sono stati in particolare commenti non propriamente positivi, da parte di Sarkozy, nei confronti di ministri del suo gabinetto, presunti favoritismi di cui è sospettato il suo uomo di fiducia, Jean-Francois Copé Buisson, divertenti indiscrezioni sulla vita del presidente e della sua consorte.

Nicolas Sarkozy

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO