Piemonte, Tar accoglie ricorso M5S: elezioni entro 7 giorni o commissariamento

Roberto Cota deve fissare la data delle elezioni regionali entro una settimana, altrimenti la parola passa al prefetto.

Il Tribunale amministrativo del Piemonte ha accolto il ricorso presentato dal MoVimento 5 Stelle sull'ottemperanza della sentenza con la quale sono state annullate le elezioni del 2010. Il Tar ha deciso dunque che il presidente uscente della Regione deve indicare entro sette giorni la data delle nuove elezioni, che deve essere il 25 maggio 2014.

Se Roberto Cota non adempie all'ordine allora sarà il prefetto di Torino Paola Basilone, che è stata nominata commissario ad acta, ad eseguire il compito.

Il motivo per cui la data deve essere il 25 maggio è perché quello è il giorno delle elezioni europee e ovviamente costituisce un risparmio unirle alle regionali.

Il ricorso era stato presentato da Davide Bono del MoVimento 5 Stelle, dopo che il Consiglio di Stato aveva respinto l'ultimo ricorso di Roberto Cota contro la sentenza del Tar che ha annullato le elezioni 2010, ritenute irregolari a causa della partecipazione della lista Pensionati per Cota che era stata presentata con firme false, tanto che il leader di quella lista, Michele Giovine, è stato condannato in via definitiva. L'assemblea regionale è stata così azzerata ed è stata sancita la necessità di tornare a votare.

Con il suo ricorso Bono ha chiesto l'immediata esecuzione della sentenza con la nuova chiamata alle urne, ma Cota non le ha ancora mai indette.

Roberto Cota attraverso il suo sito internet e Twitter ha commentato così la decisione del Tar:

"È un fatto di una gravità inaudita. Aspetto di leggere una comunicazione in forma ufficiale, non avendola ancora ricevuta, e poi commenterò"

Ecco il tweet


Davide Bono, ovviamente, è molto soddisfatto, ecco il suo tweet appena appresa la notizia:


Roberto Cota

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO