Piazzapulita, puntata 10 marzo 2014

La puntata di stasera di Piazzapulita in liveblogging

00.32 Con le critiche di De Nicola al M5S ("poco competenti"), la difesa di Masini (e l'attacco al Pd per il decreto Bankitalia) finisce la puntata.
00.28 Pubblicità.
00.26 Favia per dimostrare che Grillo è "uno speculatore" cita i comizi di Grillo al Nord e al Sud: nel primo caso difende Bossi, nel secondo lo accusa e insulta.
00.26 Contarello chiosa: "Non sempre chi è infelice, ha ragione".
00.25 A proposito delle espulsioni, Contarello parla di "scelte militari" che puntano a "parlare sempre di più alla parte più aggravata, più radicalizzata".
00.22 Toscani lamenta un'eccesso di discussioni politiche in tv:

Renzi tra un po’ farà la pubblicità del tampax.

00.17 Un servizio raccoglie la testimonianza di una giornalista italiana andata a vivere a Londra.

Qui tutto è semplicissimo, apri una società senza mai andare dal notaio. Le tasse le paghi online.


caterina soffici

00.09 Pistono e Masini si confrontano su quanto e come sia possibile per gli attivisti del M5S discutere in rete. Pubblicità.
00.07 Pistono: "È vero che mancano le regole chiare; il M5S vuole trasparenza attraverso una piattaforma organizzativa online".
00.05 Favia: "Mi vergognerei di più a candidarmi con Grillo piuttosto che con Ingroia che ha fatto 100 volte in più per l'Italia rispetto a Grillo".
00.03 Favia replica: "Nella mia condizione non potevo buttare tutto all'aria così. Credevo di poterlo cambiare dall'interno".
00.02 Gomez rinfaccia a Favia non aver espresso le sue perplessità sul Movimento a Casaleggio:

Dovevi dimetterti da consigliere regionale, perché sei stato eletto da elettori a 5 stelle.

00.00 Gomez: "In queste espulsioni sono mancate regole certe e chiare, il rischio è la dittatura della maggioranza. Ma Grillo e Casaleggio non sono la Spectre, non sono voluti entrare in Parlamento".
23.58 Masini: "Se sei stato eletto per non fare inciuci, ma poi vuoi farli, devi andare via. Grillo ha rimosso i senatori troppo tardi".
23.57 Favia: "Io non me ne sono andato dal M5S, sono stato espulso. In Emilia Romagna avevamo capito subito cosa c'era dietro il Movimento e volevamo cambiare da dentro".
favia e
23.55 Masini: "Grillo è coerente, Favia no. Favia è ancora capogruppo dei 5 stelle alla Regione, anche se si è presentato con la lista Ingroia".
23.52 Maltese ricorda che Orellana (espulso pochi giorni fa) era il candidato del M5S alla presidenza del Senato. Per Favia la debolezza del M5S è nella volontà di portare cittadini nelle istituzioni:

Grillo usa la satira per confondere, Grillo usa il Paese in difficoltà, mente. Grillo e Casaleggio vi stanno usando, sono loro i sabotatori.

23.46 Pubblicità.
23.43 Masini: "L'intenzione è portare i cittadini nelle istituzioni, Grillo non vuole il 100% dei consensi".
23.42 Contarello a Masini: "A parte le qualità morali che vi contraddistinguono, voi nella vostra prospettiva volete governare questo Paese?"
23.39 L'attivista Masini: "Favia sul territorio si è impegnato molto, ma deve essere più coerente. Può dire quello che vuole su Grillo e Casaleggio, ma chi è più coerente nel panorama politico? Grillo, lo dicono i fatti".
masini a favia
23.37 Favia: "Il M5S è un sincretismo, è un mischione di cose di sinistra e di destra".
23.36 Favia: "È un partito-agenzia, ormai si è capito. Il problema è l'opacità finanziaria. Senza la pubblicità di Google il M5S non starebbe in piedi".
23.35 Per Pistono non è stato serio il metodo con il quale Grillo ha indetto il sondaggio per l'espulsione dei senatori.
23.33 Pistono la settimana scorsa aveva criticato il M5S. Oggi è in collegamento. Il blogger precisa che già 7 giorni fa aveva elogiato i meriti del M5S:

I parlamentari stanno facendo un lavoro egregio. La comunicazione non è altrettanto egregia.

pistono
23.31 Toscani: "Quelli del M5S sono molto bravi. Le espulsioni? Non hanno inventato niente, il Pci ha buttato fuori Pasolini perché omosessuale".
23.30 Toscani: "Mi fa paura pensare che Grillo se fosse venuto in tv dall'inizio, avrebbe più del 40% di voti. Ormai tutto si decide in tv".
23.27 Favia: "Grillo all'inizio ci mandava in tv, poi Grillo ha capito che alcuni di noi non erano burattini. Nessuna regola lo vietava. Salsi è stata mandata via a calci nel sedere perché andò in tv".
23.26 Favia: "La democrazia diretta non c’è, è finta. Se la usi in un un movimento dove c'p un leader assoluto, è pericolosa. Alcuni parlamentari sono attori, sono incaricati di andare in tv"
giovanni favia
23.24 Favia: "La narrazione di Grillo e di altri parlamentari funziona. Anche di Casaleggio si dice che è massone. Non c'è un disegno politico organico dietro il M5S. Mi spaventa che Grillo e Casaleggio riescono a cambiare rotta all'improvviso senza che nessuno se ne accorga. Prima eravamo cittadini liberi, oggi si fa leva sui problemi della gente, la politica ormai è marketing".
23.22 Di Battista: "Non abbiamo mai detto che la tv fa schifo".
23.20 Bencini: "Pizzarotti mi ha chiamato".
bencini
23.20 Ad ascoltare il comizio di Di Battista in Toscana c'è anche la senatrice espulsa Bencini.
23.18 Un servizio indaga il Movimento 5 Stelle a poche settimane dalle Europee.
23.16 Maltese ricorda che da gennaio bisognerà trovare 50 miliardi all'anno per il fiscal compact.
23.14 Marino: "Cerco di restituire un'anima a Roma". Il sindaco poi parla della necessità di impegno da parte dei cittadini, a partire dalla cura delle aiuole delle scuole.
23.12 Il sindaco di Alessandria difende la scelta di Marino di pedonalizzare via dei fori imperiali.
23.09 Il sindaco di Alessandria: "Ho tagliato 26 milioni di euro su 90, ho messo in cassa integrazione alcune persone, ho tagliato i costi della politica".
23.07 Toscani: "Marino, non gliel'ha ordinato il dottore di fare il sindaco; lei fallirà". Parla anche il sindaco di Alessandria, comune fallito.
sindaco alessandria
23.04 Marino replica: "Appena arrivato ho eliminato tutte le posizioni con salari impensabili".
23.04 De Nicola: "Marino, perché non vende le municipalizzate? Perché ci sono 60 mila dipendenti del Comune?".
23.03 Il sindaco: "I miei dati sono certificati dalla Guardia di finanza".
23.01 Marino: "Continueremo con i controlli per l'evasione del biglietto".
22.58 Marino: "Per dissapori tra Alemanno e Polverini nel bilancio 2013 la Regione ha messo a disposizione zero euro per il trasporto pubblico di Roma. Io mi sono trovato con zero euro a disposizione e il trasporto costa 530 milioni di euro l'anno".
de nicola marino
22.58 Ignazio Marino al telefono. Che dice che De Nicola ha fornito dati "inesatti".
22.52 Pubblicità.
22.50 Bonafè: "Si sarebbero potute fare altre scelte, ma il tema non è questo. Queste sono polemiche strumentali".
22.47 Contarello: "Il comportamento del governo sui sottosegretari segnala un profondo senso di discontinuità e didattico. Giustizia e politica erano diventate indecifrabili".
22.44 Bonafè: "Se venissero condannati, prenderemmo le nostre decisioni".
22.41 Gomez: "All’estero veniamo visti come un Paese di ladri e corrotti".
22.40 Per Gomez invece il buon senso dovrebbe spingere a non promuovere un politico raggiunto da avviso di garanzia.
gomez bonafè
22.37 Bonafè sui sottosegretari indagati e sulle parole di Boschi: "Condivido le parole del ministro, questo Paese non può continuarsi a dividere tra giustizialisti e garantisti. L'avviso di garanzia non è un atto di condanna; il caso dei nostri 4 indagati sono diversi dalle dimissioni di Gentile del Ncd".
22.35 Bonafè: "Chi oggi lamenta il no alle quote rosa non ha elogiato Renzi per aver fatto un governo con metà donne e metà uomini".
22.33 Bonafè si dice amareggiata per il no alle quote rosa: "Il M5S non ha votato gli emendamenti". Poi aggiunge: "Il Pd la prevede nello stato l'alternanza di genere nelle liste".
22.31 Bonafè: "Settimana prossima partirà la legge per abolire il Senato. Il problema non c'è". Poi aggiunge: "Il sistema di bicameralismo perfetto non funziona. Anche se avessimo avuto i numeri avremmo cercato il maggior consenso possibile".
bf
22.25 Pubblicità.
22.24 Per Bonafè l'Italicum si basa sui principi di governabilità e del ballottaggio per evitare le larghe intese.
22.23 Anche Maltese è scettico sull'abolizione del Senato.
22.21 Il sindaco di Roma Marino è collegato telefonicamente, ma parlerà tra pochi minuti. Intanto Gomez prevede che con l'Italicum si resterà con un Parlamento di nominati.
22.17 Per Gomez Renzi ha scelto la velocità, ma il rischio è avere una lette elettorale cattiva per i prossimi 20 anni.
22.16 Gomez: "Gli uomini col voto segreto hanno votato contro le quota rosa". Il tweet di Renzi.



22.13

Bonafè in collegamento, ma ci sono problemi tecnici.
22.11 Toscani: "Adesso c'è mamma Renzi, dobbiamo sempre pensare che la classe politica risolva i problemi. Non lo ha mai fatto. Siamo un Paese corrotto".
22.10 Verdone: "La grande bellezza è uno spot per Roma. Bisogna darsi da fare, anche con provvedimenti impopolari".
22.10 Verdone: "I democristiani erano preparati, oggi i politici non lo sono".
22.06 L'intervista a Carlo Verdone: "Roma è un corpo che sta in rianimazione".
carlo verdone1
22.04 De Nicola: "Marino non ha il contatto della realtà. Atac riceve ogni anno 700 milioni di sussidi pubblici e ne perde 300. 1 km con Atac costa 7 euro, a Londra 2 e mezzo".
22.01 Maltese: "Il debito pubblico italiano non l'hanno fatto i cittadini, ma i partiti".
21.55 Pubblicità.
21.54 Contarello rivela di aver trovato tramite Twitter i computer assenti nella scuola del figlio. Lo sceneggiatore usa questo esempio per spiegare la necessità di fare comunità.
21.52 Gomez: "Un parlamento formato da uomini chiaramente non voterà le quote rosa, così come i senatori non voteranno l'abolizione del Senato".
21.48 Peter Gomez: "Il pesce puzza dalla testa. Roma puzza non solo per colpa dei cittadini, ma per la mancanza di esempi".
21.46 Maltese: "Roma è la città in cui tutti vorrebbero arrivare; potrebbe essere molto produttiva, ma non si è investito sull'industria dello spettacolo".
21.44 Contarello: "È arrivato il momento che Renzi dica che da solo questo Paese non lo tira su. Ognuno un pochino deve fare la sua parte".
contarello
21.44 Contarello: "La parole decadenza non significa più niente".
21.42 Contarello: "Roma è una citta meravigliosa, dove due cittadini russi vestono le sembianze di centurioni".
21.37 Toscani definisce così l'Italia: "Un disastro morale, etico, estetico, sociale. Mi viene da ridere".
toscani
21.30 Auto blu parcheggiate in curva o sulle strisce pedonali.
auto blu
21.27 Il traffico.
roma tiburtina
21.22 Pensionata da 600 euro al mese cerca tra i bidoni dell'immondizia dei vestiti: "Se ero giovane facevo la mign0tta".
21.22 Roma Trastevere.
roma trastevere
21.18 Inizia la puntata, con un reportage sulla grande bruttezza della città di Roma.
formigli monteleone

Questa sera alle ore 21.10 torna su La7 l'appuntamento con Piazzapulita, il talk show condotto da Corrado Formigli. Nella puntata di stasera, in liveblogging su PolisBlog e intitolata Tra sogno e realtà, si discuterà della battaglia della legge elettorale e della coperta corta dei conti.

Ospiti di Corrado Formigli saranno Simona Bonafè, Pd, Peter Gomez, Ilfattoquotidiano, Curzio Maltese, Lista Tsipras, Oliviero Toscani, Umberto Contarello, sceneggiatore del film premio Oscar La grande bellezza, e Giovanni Favia, consigliere indipendente dell'Emilia Romagna.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO