Gianfranco Rotondi presenta il "governo ombra"

Lo shadow-cabinet del leader Dc Rotondi: c'è anche Vincenzo De Luca del PD

Aggiornamento 15:13 - Vincenzo De Luca, chiamato in causa come ministro ombra alle infrastrutture nella compagine oscura schierata dal Dc Rotondi, si è sfilato, dopo qualche ora di riflessione, dalla provocatoria proposta del centrodestra.


In un messaggio su Facebook De Luca ha chiarito:

"Ringrazio Rotondi per il gesto di cortesia rivolto a un esponente del PD. Si tratta, come è del tutto evidente, di una provocazione politica tendente a sollevare discussione nel paese. Per quel che mi riguarda, come è ovvio, sono impegnato a sostenere lo sforzo di concretezza e di innovazione dell'attuale governo. Le misure annunciate ieri da Renzi sono di straordinaria importanza in sé e per il clima di fiducia che già stanno creando nel Paese."

Ricordate quando il PD a guida Veltroni istituì il "governo ombra" per vigilare sulle attività dell'allora esecutivo retto da Silvio Berlusconi? Da quel fatto politico sembra essere passato mezzo secolo, ma in realtà era solo il luglio 2008 e i personaggi erano pressoché gli stessi: questa mattina alla sede di Forza Italia di San Lorenzo in Lucina il leader Dc Gianfranco Rotondi ha reso noti i nomi del governo ombra forzista (ma nemmeno troppo), che vigilerà sulle attività dell'esecutivo Renzi.

La proposta di istituire un governo ombra fu avanzata anche da Paolo Flores D'Arcais ai pentastellati di Beppe Grillo appena eletti, ma l'idea cadde fondamentalmente nel vuoto.

ITALY-POLITICS-GOVERNMENT-PDL-CRISIS

Il Presidente del Consiglio dei ministri del governo ombra sarà lo stesso Gianfranco Rotondi, mentre il suo sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ombra sarà Giampiero Catone. Lo stesso Rotondi ha confermato come tutti gli esponenti politici nominati nel suo "shadow-cabinet" abbiano accettato l'incarico, ad eccezione di Vincenzo De Luca che ha chiesto di poterci pensare: l'attuale sindaco di Salerno, è stato viceministro delle Infrastrutture dell'esecutivo retto da Enrico Letta.


Sono 16 i ministri ombra azzurri e uno solo il sottosegretario alla presidenza del Consiglio (Giampiero Catone).

Ministro Economia e Finanze Antonio Martino;
Ministro Affari Esteri Stefania Prestigiacomo;
Ministro dell'Interno Francesco Nitto Palma;
Ministro della Difesa Daniela Garnero (Daniela Santanchè);
Ministro Ambiente, tutela del territorio e del mare Laura Ravetto;
Ministro del Lavoro e Politiche sociali Renata Polverini;
Ministro Affari Regionali Giancarlo Galan;
Ministro Riforme Costituzionali e rapporti con il Parlamento Micaela Biancofiore;
Ministro della Giustizia Federico Tedeschini;
Ministro Sviluppo economico Nicolò Sella;
Ministro della Salute Pietro Tarsitano;
Ministro Politiche agricole, alimentari e forestali Raffaele Coppola;
Ministro Infrastrutture e trasporti Vincenzo De Luca;
Ministro Beni e attività produttive culturali e turismo Alda Boscaro.

Un governo ombra che a detta di Gianfranco Rotondi non ha nulla da invidiare, in talenti e competenze, a quello legittimo di Palazzo Chigi. In realtà pare che Rotondi abbia bruciato sul tempo gli esponenti del MoVimento 5 stelle, che pochi giorni fa paventavano in assemblea l'istituzione di un governo ombra per vigilare su Matteo Renzi e la nuova compagine governativa.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO