Matteo Renzi: «Elezioni politiche nel 2018»

Il Presidente del Consiglio a Porta a porta rilancia sulla durata del governo e fa promesse.

Matteo Renzi va a tutto campo in televisione. Intervistato (ancora una volta. Nel video, immagini da Porta a Porta del 16 gennaio 2014) da Bruno Vespa a Porta a porta, il Presidente del Consiglio punta tutto sul futuro.

Del resto, l'ottimismo sorridente è il tratto distintivo di marketing politico di tutta la campagna mediatica che accompagna il Governo Renzi da prima della sua nascita.

Tanto per cominciare, Renzi garantisce per l'operazione di taglio del cuneo fiscale, con il solito linguaggio semplice da parla-come-mangi-per-farti-capire-bene:

«Se il 27 maggio i soldi non arrivano vuol dire che Matteo Renzi è un buffone»

dice il premier.

Che poi pone le basi – almeno quelle televisive – per un governo di lunga durata. Quattro anni.

«Quando si torna a votare? Nel 2018. Sono convinto che questa classe politica in Parlamento ha l'ultima chance per dimostrare che può fare le cose».

Con buona pace di tutti i discorsi sulle urne e sulla legittimazione popolare: Renzi si è preso Palazzo Chigi sgambettando Letta – in maniera ancor più eclatante rispetto all'ascesa dalemiana ai danni di Prodi –, e non ha alcuna intenzione di andarsene (dorme anche lì, per comodità: si lavora meglio, dice. E giova anche all'immagine, dico io). Poi, ad uso e consumo del pubblico italico, lancia proclami anche nei confronti dell'Europa:

«Facciamo le riforme per far muovere l'Italia e non per commuovere la Merkel. Le riforme le facciamo noi, cosa l'Italia deve fare gli italiani lo sanno fare benissimo ma non vi stupite se diciamo all'Europa di cambiare le regole [...] L'Italia ha bisogno dell'Europa e l'Europa ha bisogno dell'Italia. Anzi è l'Europa che ha più bisogno dell'Italia»

Matteo Renzi Riforme

Sull'Italicum, il premier spende la solita difesa a oltranza. E promette la prima lettura per la riforma (leggasi: abolizione) del Senato entro il 25 maggio. Queste le parole. Per quanto riguarda i fatti, aspettiamo ancora. Un'unica cosa è certa: visto il livello di esposizione mediatica, vista l'asticella portata sempre più in alto, Renzi si gioca tutto.

Se dovesse fallire, sarebbe un tonfo epocale e irrecuperabile.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO