Berlusconi come Bush: "L'Iran non va sottovalutato". E paragona Ahmadinejad a Hitler

Quando Berlusconi dice che le minacce di Mahmoud Ahmadinejad contro Israele potrebbero essere solo propaganda "ma bisogna stare attenti perchè anche Adolf Hitler all'inizio fu preso per un sincero democratico" in sala, applaudono tutti. A Parigi, al Pavillon Gabriel, a due passi da Place de la Concorde, ritira il premio "Uomo dell'anno" assegnatogli dall'associazione ebraica Keren Hayesod per essersi distinto nella difesa di Israele.

E così, dinanzi ad una platea che sembra ascoltarlo con la bava alla bocca ribadisce che che "dovremmo avere tutti la massima attenzione nei confronti delle follie di chi, magari solo per ragioni politiche interne, vorrebbe cancellare Israele dalla cail premier, "è stato un secolo insanguinato da due ideologie terribili, comunismo e nazismo".

Il primo "credendo di portare la Gerusalemme celeste in terra ha causato solo misera, terrore e morte nei Paesi dove è andato al potere". Mentre il secondo, "basandosi sull'assurdo concetto della superiorità razziale, ha provocato gli istinti più bestiali dell'uomo e tragedie di cui voi siete stati le prime vittime". Ma sul fascismo, il presidente del Consiglio tace rispettando la linea adottata a Porta a Porta: "Nostalgici del Ventennio? Io mi occupo d'altro".

  • shares
  • Mail
125 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO