Indipendenza veneta, risultati: un milione di voti, stampa estera chiama Zaia

Prosegue a gonfie vele la consultazione promossa da Plebiscito.eu, sui giornali stranieri c'è allarme e stupore. Zaia convocato a Roma per una conferenza stampa urgente dai media.

Viaggia come un treno il referendum sull'indipendenza veneta, lanciato online dal sito Plebiscito.eu. Le firme hanno sfondato quota un milione, soprattutto la notizia ha superato i confini italiani ed è arrivata fino in Russia. Una tv ha infatti paragonato la consultazione popolare, che non ha valore istituzionale, con il referendum che ha invece proclamato l'indipendenza della Crimea dall'Ucraina.

La stampa estera è preoccupata da quello che potrebbe accadere quando si andrà allo spoglio delle schede. E ha invitato il governatore della Regione Veneto, Luca Zaia, a Roma per una conferenza. Per spiegare cosa sta accadendo, anche con riferimento ai provvedimenti giacenti in consiglio regionale. Sono interessanti i titoli dei giornali stranieri in questo senso.

Russia Today titola: "Il 'Sereno' referendum: una regione italiana vota per restaurare la Repubblica Veneta"; Km.ru va giù ancora più duro: "Anche l'Italia ha la sua Crimea?"; il Daily Mail titola: "La ricca Venezia indice un referendum per staccarsi da Roma"; The Telegraph aggiunge: "Venezia si prepara a un referendum per la secessione dall'Italia"; il Daily Express scrive: "Come un voto a Venezia può cambiare il volto dell'Italia"; infine, la Bbc proclama: "Venezia vota in un referendum per separarsi da Roma".

Allarmismo esagerato? Forse. Vicenza guida la classifica delle province con più votanti in Veneto. Al Gazzettino di Venezia, Gianluca Busato - uno dei promotori del referendum, spiega: "In Veneto è in atto un'evoluzione digitale di livello superiore rispetto all'ecosistema attuale della politica veneta addomesticata dallo Stato italiano". Luca Zaia, da parte sua, entra nel concreto: "La speranza è che il risultato della consultazione online sia uno stimolo affinché il consiglio regionale approvi il progetto di legge di indizione del referendum e quindi dia il via formale alla procedura".

La proposta di un referendum consuntivo per l'indipendenza giace infatti sul tavolo della Commissione affari istituzionali in Consiglio regionale. L'iniziativa di Plebiscito.eu punta a smuovere questa situazione di stallo. Flavio Tosi, sindaco di Verona, ci crede: "Il referendum è un segnale forte allo Stato centrale e al suo immobilismo. Niente secessione, ma un segnale fortissimo".

Flavio Tosi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO