Servizio Pubblico, puntata 20 marzo 2014

La puntata di Servizio Pubblico in diretta su PolisBlog

00.15 Finisce la puntata.
equivoci
00.12 Le vignette di Vauro.
italians
00.06 L'intervista al direttore sanitario di Paola Cetraro.
paola cetraro
00.01 Pubblicità.
23.59 Travaglio: "Il problema è che Carrai e signora hanno avuto incarichi dal Comune amministrato da Renzi. Questo è conflitto di interessi".
23.56 Innocenzi: "Renzi avendo cambiato residenza a Firenza ha rinunciato ai rimborsi chilometrici e ha pagato più Ici".
23.55 Taddei ribadisce: "Noi vogliamo che i manager pubblici, cioè di società controllate al 100%, non possano guadagnare più del Presidente della Repubblica. Quindi l'Eni non c'entra perché è partecipata".
23.51 Gianni Dragoni fa una carrellata di manager pubblici con stipendi d'oro.
paolo scaroni
23.48 Il caso Genovese. Travaglio: "La vicenda era nota dal 2008".
23.46 Taddei: "Gentile era nel governo, ora no. Il Pd ha un codice etico che applichiamo, prima delle eventuali condanne della magistratura". Belpietro: "4 sottosegretari del Pd sono indagati e non si sono dimessi".
23.44 Deficit Sanità.
DEFICIT
23.42 Remuzzi: "Il pubblico deve essere fortissimo, così anche il privato dovrà seguirlo".
23.38 Remuzzi: "In Italia ci sono eccellenze, non c'è malato che non possa essere curato in Italia".
23.32 Un servizio ci riporta in Calabria, all'azienda sanitaria provinciale di Cosenza.
23.30 La figlia di Evelina: "In Calabria aspetti, ma almeno ti curano. Qui ti operano subito".
23.29 Alla fine la scoperta: non c'era alcun tumore, l'operazione era inutile.
23.26 Dopo un anno dall'operazione, Evelina scopre che il reparto era stato chiuso per un'inchiesta giudiziaria.
23.21 La signora Evelina racconta la sua esperienza al Santa Rita, dove si è recata per un'operazione al ginocchio. Però un medico le ha detto che doveva operarsi con urgenza ad un polmone per il rischio di un tumore maligno. In realtà era una macchia per una vecchia polmonite.
evelina
23.15 Pubblicità.
23.14 Belpietro e Travaglio: "Renzi è costato 300 mila euro al pubblico".
23.11 I contributi previdenziali di Renzi. Belpietro: "Renzi prima di fare politica lavorava per l'azienda di famiglia come collaboratore coordinato e continuativo. Qui ha lavorato per 9 anni; ad un certo punto ha venduto la quota dell'azione ai genitori; poi diventa dirigente della stessa società; due giorni dopo viene candidato alla Provincia".
23.06 Si cambia tema: la riforma del lavoro. Taddei: "Quando lavora si è un lavoratore e basta. Non ci possono essere discriminazioni in base al contratto".
23.05 Cacciari: "Ho bisogno di strutture che funzionino, non me ne frega se sono pubbliche o private".
23.03 Giletti: "Il problema è morale". Cacciari: "Questo discorso di pubblico e privato è insensato. Che bisogno c'è che le partecipate abbiano consigli di amministrazioni nominati dal sindaco? Servono convenzioni".
22.59 Remuzzi: "Il privato convenzionato è pagato dalla fiscalità collettiva".
22.58 Remuzzi: "Applicare i costi standard si può fare subito, non c'entrano i burocrati".
remuzzi12
22.54 Remuzzi: "La scuola e la sanità dovrebbero essere pubblici. Il fine della sanità pubblica è di curare le malattie e tutelare la salute. Quella della sanità privata è diverso, fare soldi".
22.48 Il caso Gentile. Il potere della famiglia Gentile a Cosenza. Pietro Citrigno racconta i favori fatti e ricevuti dai Gentile.

Qui un imprenditore deve assoggettarsi ai Gentile.

22.40 Pubblicità.
22.39 Belpietro racconta anche di una mostra affidata alla futura moglie di Carrai.
appalto
22.38 Belpietro spiega che Carrai ha ricevuto dal Comune di Firenze un appalto, attraverso un'altra società.
22.34 Belpietro racconta: "Renzi trasferì nel 2011 la sua residenza in via degli Alfani a Firenze. Forse per non pagare le tasse? No, ma quell'appartamento è stato affittato da Marco Carrai pochi giorni dopo il cambio di residenza".
contratto
22.32 Belpietro spiega chi è Carrai, amico stretto e collaboratore di primo piano di Renzi.
22.29 L'intervista a Marco Carrai, che però non risponde.
22.27 Cacciari ribadisce: "Perché non cominciamo applicando i costi standard? Perché non facciamo una riforma seria della scuola? Tra poco andremo a votare per le Province. Queste sono le riforme. Questi sono i nodi politici".
22.25 Cacciari: "I 5 miliardi Renzi li troverà come li avrebbe trovati Letta".
22.23 Giletti tira in ballo il debito della pubblica amministrazione di 68 miliardi. Taddei: "Debiti certificati sono 48 e i soldi sono già stanziati"
22.20 Taddei: "Stavolta abbiamo dato un numero, questo è un impegno. Renzi ha da offrire in più anche un capitale politico".
parl
22.18 Taddei: "Secondo Cottarelli nel 2014 sono attivabili 7 miliardi di euro di tagli, di cui uno e mezzo dalle pensioni".
22.15 Taddei: "I pensionati che guadagnano più di 3000 euro lordi sono il 5% dei totali. Quindi è una fetta minima".
22.14 Secondo Cacciari gli italiani avrebbero un sentimento di repulsione nel caso in cui a Silvio succedesse Marina.
22.12 Travaglio chiosa così: "Bisogna fermarlo e solo lei, Altezza Reale, può riuscirci. Io, parola di Pitonessa, sono pronta fin da ora a sotterrare l'ascia di guerra e a prostrarmi ai suoi piedi a baciare la sacra pantofola. Mi porto dietro pure il Pitone, cioè Sallusti. In attesa di un suo cortese e sollecito riscontro, noi due umili sudditi e inferiori, la salutiamo come Benigni e Troisi col Savonarola in “Non ci resta che piangere”: “Santissimo Napolitano… Come sei bello… Quanto ci piaci a noi due!… Ti salutiamo con la nostra faccia sotto i tuoi piedi… Senza chiederti nemmeno di stare fermo! Puoi muoverti! E noi zitti sotto… Punto!… Non volevamo minimamente offendere, tuoi peccatori di prima… Daniela la Pitonessa e Alessandro il Pitone. Con la faccia dove sappiamo".
22.10 Travaglio: "L'altro giorno, poveretto, ha tentato di far entrare di soppiatto la figlia di Red Canzian, con la scusa di un provino canoro. Son volati stracci, stoviglie e mattarelli. Altro che servizi sociali: piuttosto la galera. Ogni tanto vede Verdini, ma di rado, perchè Verdini è sempre da Renzi. Ghedini viene spesso, ma per mettergli in testa idee strane: l'ha persino convinto che a Brescia gli rifaranno il processo Mediaset, la Corte di Strasburgo abrogherà la Severino,quella di Lussemburgo gli cancellerà la condanna,e ora stan provando con le corti di Amburgo,Magdeburgo, Friburgo e San Pietroburgo. Il giro del mondo. A me non mi fanno più entrare da mesi: l'ultima volta che ci sono riuscita ho dovuto travestirmi da Marysthelle Polanco travestita da Ilda Boccassini:lui appena m'ha vista è scappato urlando “Oddio,son venuti a prendermi”. Gli è preso un coccolone. Ho scritto anche al Santo Padre, perchè metta una parola buona. E quello manco una piega:sono l'unica italiana a cui non ha ancora telefonato".
22.07 Travaglio: "Scusi, Sire, ma l'ha visto Renzi dalla Merkel? Con la Cancelliera era troppo in soggezione. Nemmeno un cucù, nemmeno una telefonata-fiume mentre lei lo aspettava, non l'ha nemmeno chiamata culona inchiavabile. S'è limitato a mettersi un cappottone siberiano modello Totò e Peppino a Berlino e a sbagliare l'abbottonatura, sai che roba. B. si sarebbe inventato ben di meglio: una puzzetta in ufficio, una toccatina al culo, o tirarsi giù i pantaloni e sfidarla a chi ce l'ha più lungo. Non ci siamo".
22.06 Travaglio: "Alfano, in confronto a Toti, è un genio. Marina Berlusconi parla come Paperino".
22.02 Marco Travaglio 'inventa' i contenuti della lettera inviata da Santanchè a Napolitano per invocare la grazia per Berlusconi.
marco travaglio4
21.57 Pubblicità.
21.57 Giletti cita gli ospedalini per ogni paese che i politici si sono fatti costruire. Cacciari: "Sono i cittadini a voler l'ospedalino sotto casa".
21.56 Il conduttore: "In questo Paese si è sempre tagliato in modo lineare, non c'è meritocrazia".
21.55 Giletti: "Renzi è talmente rivoluzionario da far paura ad alcuni. Renzi è l'ultima speranza".
massimo giletti1
21.54 La proposta di Cacciari sulla sanità: "Applichiamo i costi standard"
21.53 Cacciari: "Speriamo che Renzi ce la faccia, per ora sono retoriche, ipotesi".
21.51 Cacciari: "La forza di Renzi sta nella sua innocenza rispetto ai disastri commessi in passato. È più credibile di altri, ma le cose che dice Taddei sono le stesse che diceva Letta".
massimo cacciari
21.47 Taddei: "Renzi ha detto che il 3% e il fiscal compact vanno rispettati. L'Europa non ci chiede di tagliare la spesa per 50 miliardi, ma solo di far parte del progetto europeo".
talk servizio pubblico
21.44 Le parole di Renzi in Parlamento sul vincolo del 3% "anacronistico".
21.43 Il viaggio nel pronto soccorso di Crotone. Code e attese incivili.
21.41 Remuzzi: "Il mercato non funziona in sanità. Manca un progetto, anche in Lombardia".
21.39 Remuzzi: "La cosa peggiore che si può fare in sanità è fare tagli lineari. In alcuni posti i dottori non devono esserci, ma in altri devono essere aumentati".
remuzzi1
21.37 Taddei: "C'è l'ambizione di capire che come spendiamo i nostri soldi non va bene. Il tema è come fare funzionare le strutture abbandonate".
filippo taddei
21.36 Inizia il talk.
21.33 Lucrezia, bambina malata: "Per la società io sono un puntino su un foglio, tra i tanti, al margine".
21.29 Quindi spazio alle storie di alcuni bambini malati calabresi costretti a vivere in una struttura attrezzata a Milano (nell'associazione Peter Pan).
bambina
21.22 La copertina scopre le strutture sanitarie calabresi costruite e arredate ma mai utilizzate. Intanto tra gli ospiti in studio ci sarà anche Massimo Giletti.
21.17 Pubblicità.
21.14 L'editoriale di Michele Santoro inizia così: "È quasi Pasqua ma sembra ancora Natale"
21.13 Inizia la puntata.
massimo cacciari la7

Questa sera alle ore 21.10 torna su La7 l'appuntamento con Servizio Pubblico, il talk show condotto da Michele Santoro. Nell'appuntamento odierno, dal titolo 'Il tagliatore', seguito in liveblogging da PolisBlog, si discuterà di spending review. In studio ci saranno Filippo Taddei, responsabile economia del Pd, il filosofo Massimo Cacciari, il professor Giuseppe Remuzzi, Direttore del Dipartimento di Medicina e Dipartimento dei Trapianti presso l’Azienda Ospedaliera Papa Giovanni XXIII di Bergamo e Coordinatore delle Ricerche presso l’Istituto Mario Negri Bergamo, ed il direttore del quotidiano Libero Maurizio Belpietro.

Animeranno il dibattitto anche Giulia Innocenzi, Marco Travaglio, vice direttore de Il Fatto quotidiano e Gianni Dragoni, penna de Il Sole 24 Ore.
In chiusura di puntata appuntamento con le immancabili vignette satiriche di Vauro.


    “Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita”.
  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO