Siria: aereo abbattuto dalla Turchia, scambio di accuse tra i due Stati

Erdogan parla di abbattimento avvenuto in territorio turco, ma da Damasco sono convinti che Ankara abbia agito mentre il velivolo colpiva postazioni terroristiche in territorio siriano.

Un aereo siriano è stato abbattuto dalla contraerei turca mentre "colpiva postazioni dei terroristi in territorio siriano". Le fonti militari di Damasco accusano così Ankara, secondo quando riportato dall'agenzia governativa Sana. Il ministero degli Esteri siriano parla di "aggressione militare ingiustificata e senza precedenti".

Il premier turco, Recep Tayyp Erdogan, da parte sua ha specificato che il caccia siriano aveva violato lo spazio aereo del Paese e quindi è stato abbattuto secondo le norme di sicurezza. Come riporta la Bbc, l'incidente è avvenuto in un'area in cui i ribelli siriani e le forze di Damasco combattono per il controllo di un valico al confine con la Turchia.

La fonte militare siriana ha però confermato che l'abbattimento è avvenuto nell'area di Kassab, nel nord della provincia di Latakia, vicino al confine turco, ma ancora in territorio siriano. Qui, negli ultimi giorni, ribelli jihadisti avevano lanciato una vera e propria offensiva contro le forze lealiste. Il ministero degli Esteri di Damasco ha denunciato in un comunicato quello che ha definito "il coinvolgimento della Turchia in Siria fin dall'inizio degli eventi", ovvero da quando è cominciata la guerra civile.

Il pilota del caccia siriano si è salvato lanciandosi con il paracadute poco prima che la contraerei distruggesse il velivolo. Un'altra fonte, l'Osservatorio siriano dei diritti dell'uomo, ha raccontato di come l'aereo militare di Damasco sia stato abbattuto dalla difesa antiaerea di Ankara mentre bombardava il gruppo di ribelli che cerca di impossessarsi del valico di frontiera.

Turchia - Siria: scambio di accuse

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO