La crisi di Wall Street "spinge" Obama o McCain?

Che la crisi di Wall Street condizionasse anche la politica americana e, quindi, la campagna elettorale per le presidenziali era noto. Il problema, semmai, era capire a favore di chi. In Italia, però, accade che i due più autorevoli quotidiani pubblichino analisi agli antipodi. Secondo il Corriere della Sera il disastro finanziario "spingerebbe" McCain. Secondo Repubblica, "spingerebbe" Obama. Ora, delle due l'una: è difficile che entrambi possano trarre vantaggio da una simile sciagura. La tesi di Mario Calabresi, corrispondente da New York del giornale di Scalfari, è abbastanza lineare: il senatore dell'Illinois "sta usando il disastro di Wall Strett per mettere sotto accusa Bush" e sembra che ci stia riuscendo dato che i sondaggi lo danno in testa.

Per Massimo Gaggi, invece, sarà premiata la rapidità del senatore dell'Arizona che per primo ha promesso "pulizia" a Wall Street in caso di elezione dicendo agli americani "che non consentirà più che si ripeta una crisi come quella attuale". E, ha messo su una ricostruzione "volutamente grossolana - scrive l'inviato del Corsera - che ha molta presa sull’America suburbana e sugli Stati lontani dalle coste dell’Atlantico e del Pacifico, il tradizionale serbatoio di voti dei conservatori". I sondaggi, come detto, danno in vantaggio Obama ma basta consultare il sito web del New York Times per rendersi contro che il distacco tra i due candidati alla Casa Bianca si va sempre più riducendo: ora sarebbero addirittura solo due i punti di differenza. E se il trend resta immutato, l'ora del sorpasso, per McCain, è vicina. Molto vicina.

Dopo il salto lo spot di McCain e quello di Obama sulla crisi.

Crisi Usa e politica
Crisi Usa e politica
Crisi Usa e politica


  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO