Sondaggi Elezioni Europee 2014: crolla la Lista Tsipras, bene il Partito Democratico

I sondaggi sulle europee portano brutte notizie allo schieramento della sinistra radicale. Bene il Partito Democratico.

La stragrande maggioranza dei sondaggi politici sta ormai iniziando a concentrarsi esclusivamente sulle elezioni europee 2014, dando così prova di quanto sia attesa la prossima tornata elettorale e di quanto sia ritenuto un appuntamento cruciale per valutare effettivamente quali sono le forze in gioco dopo i cambiamenti dell'ultimo periodo (l'avvento di Renzi, la nascita del Nuovo Centrodestra e lo sfarinamento di Forza Italia). In verità, la grande novità di queste elezioni dovrebbe essere rappresentata dalla Lista Tsipras, ma il grosso rischio è che - come già avvenuto per la Rivoluzione Civile di Ingroia - il tutto si risolva in ben poco.

Se precedenti sondaggi sulle elezioni europee lo schieramento che si prefigge di rilanciare una sinistra radicale in pesante crisi di consensi questo veniva accreditato del 6% abbondante, ecco che nelle rilevazioni Emg trasmesse ieri sera dal TgLa7 la Lista Tsipras affonda: conquisterebbe infatti solo il 2,9% (praticamente quanto prende solitamente Sel da sola) e di conseguenza non riuscirebbe nemmeno a superare la soglia di sbarramento.

sondaggi

In questi sondaggi sulle europee risulta inoltre molto più forte il Partito Democratico di quanto non fosse precedentemente valutato: il Pd arriverebbe addirittura al 32,4%. Un risultato in linea con quanto di solito viene attribuito al partito guidato da Matteo Renzi in vista di elezioni nazionali, mentre fino a oggi il risultato nelle previsioni sulla tornata del 25 maggio era circa del 28-29%. Effetto degli annunci di Renzi o semplicemente, come spesso accade, più le elezioni si avvicinano e più gli elettori meno convinti decidono comunque di schierarsi? Segue Forza Italia, che resiste al 22,4% e rimane di poco sopra al Movimento 5 Stelle, che - sempre che questi sondaggi vengano confermati - sembra ancora lontana dal boom atteso e che secondo le intenzioni dei capi dovrebbe addirittura portare il M5S a diventare primo partito.

Per quanto riguarda le formazioni minori, si assiste a una piccola rinascita della Lega Nord targata Matteo Salvini, il cui Basta Euro Tour sta evidentemente portando qualche risultato: il Carroccio è dato a un soddisfacente 4,2%. Non entrerebbe invece in Europa - la soglia di sbarramento è al 4% - il Nuovo Centrodestra (3,6%), come detto la Lista Tsipras e nemmeno Fratelli d'Italia, che si ferma a un 2,9% comunque superiore ai risultati conquistati nelle ultime elezioni politiche.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO