Il perizoma del ministro Maria Elena Boschi fa il giro del mondo, ma è una bufala

Un fotomontaggio del perizoma del ministro Boschi fa il giro del web ed impazza sui media esteri

Da qualche giorno il goliardico fotomontaggio del ministro Maria Elena Boschi al Quirinale mentre, china a firmare l'incarico da ministro per i Rapporti con il Parlamento, mostra al pubblico il rosato filo del perizoma sta impazzando sul web ad una velocità impressionante.

Personalmente ho visto questo fake per la prima volta la sera stessa del giuramento, ma mai mi sarei aspettato una viralità tale del fenomeno che, uscito dal controllo dell'autore del (poco) geniale fotomontaggio, ha letteralmente fatto il giro del web per finire, immancabilmente, sui quotidiani stranieri.

Già da qualche giorno, se twittate in inglese, tedesco, francese o spagnolo vi sarà certamente capitato di incrociarne uno, i social network fanno rimbalzare da una parte all'altra la foto del giovane ministro italiano la quale, suo malgrado, ritrova le sue fasulle terga anche sui principali quotidiani esteri.


Questa mattina è il caso, ad esempio, della Bild, che tuttavia spiega ai lettori la natura fasulla del fotomontaggio ma non disdegna la pubblicazione dello stesso sulla sua pagina Facebook.

Il fake impazza da giorni, sopratutto sull'immancabile Twitter; il fotomontaggio infatti non è lo stesso fatto nelle prime ore dopo la nomina bensì un altro, decisamente migliore. Questo ha causato la "svista" di molti utenti (qualcuno discute pure sulla veridicità o meno della foto, questioni di vera lana caprina).

Un primo risultato lo abbiamo potuto notare scrivendo questo post: trovare la foto originale del ministro Maria Elena Boschi è più difficile che trovare i vari fotomontaggi. Un fulgido esempio di come la fantasia superi (numericamente) la realtà.


Il ministro Boschi, che è giovane e capace di prendersi in giro, non ha avuto (fin qui) nulla da ridire (non sappiamo tuttavia se ne abbia avuto notizia o meno), ma certamente è l'esponente dell'esecutivo più "in vista" dal giorno delle nomine: la pagina Facebook "Boschiincantati" riscuote un discreto successo: la pagina tesse, in rima, le lodi del giovane ministro, che fino ad oggi ha dimostrato ottime capacità di glissare elegantemente su sterili polemiche-trappola (sul suo aspetto fisico, sulla sua presunta svampitezza, sul modo di vestire).

Un buon modo per fare il ministro.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO