Filippine: accordo tra governo e ribelli islamici

La regione meridionale a maggioranza musulmana avrà una propria autonomia.

Accordo di pace tra le forze ribelli di matrice islamica e il governo delle Filippine, che potrebbe porre fine a 40 anni di guerriglia, una delle più sanguinose dell'Asia. L'hanno firmato oggi il presidente delle Filippine Benigno Aquino III e Mourad Ebrahim, leader del Milf, il Fronte islamico di liberazione Moro, principale movimento separatista musulmano, nel palazzo presidenziali di Manila.

"Un accordo dettagliato che riguarda la regione di Bangsamoro corona la nostra lotta", ha detto il leader dei ribelli. Bangsamoro è il territorio che la comunità islamica dell'isola di Mindanao da sempre rivendica e che adesso diverrà una regione autonoma. Una regione a forte maggioranza musulmana in un paese in cui l'80% degli abitanti sono invece cattolici. In cambio il Milf promette di deporre le armi e disarmare il contingente di 10mila uomini.

Come sempre avviene in queste occasioni, però, ci sono gruppi che rifiutano l'accordo e decidono di continuare a combattere. Forse perché insoddisfatti di quanto ottenuto, forse perché senza il combattimento verrebbe meno la loro stessa ragion d'essere. Le cose però hanno preso una direzione ben precisa, direzione instradata fin dal cessate il fuoco del 1997 e dai colloqui cominciati nel 2001: "Abbiamo davanti un cammino che può condurre a un cambiamento permanente sull'isola musulmana di Mindanao", ha detto il presidente Aquino, uno dei principali promotori degli accordi.

Ma perché quella zona si differenzia così nettamente dal resto della regione? Nel XIII secolo lì giunsero i mercanti dell'Arabia che portarono anche il loro credo, ragion per cui la considerano da sempre la loro terra ancestrale. Ora quella regione meridionale avrà un proprio Parlamento, una propria polizia e riscuoterà le tasse. Niente da fare per la Difesa, che resterà appannaggio del governo centrale. Per arrivare a tutto ciò, c'è però ancora un ostacolo da superare: l'approvazione della legge che decreta tutto questo da parte del Congresso, dove i cattolici più oltranzisti daranno battaglia. Controparte di quei gruppi armati che continueranno a battersi per chiedere la completa indipendenza.

PHILIPPINES-UNREST-MUSLIM-PEACE

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO