Movimento 5 Stelle: in Sicilia Cancelleri indagato dalla Corte dei Conti

Sotto la lente d'ingrandimento le spese per la campagna elettorale e non solo.

Prime grande giudiziarie per il Movimento 5 Stelle? Sembrerebbe di sì, anche se ovviamente è ancora tutti ai primissimi stadi e potrebbe risolversi in un nulla di fatto: la Corte dei Conti della Sicilia ha messo sotto la sua lente d'ingrandimento la campagna elettorale del candidato alla presidenza della regione per il M5S Giancarlo Cancelleri, oggi consigliere regionale.

I giudici contabili hanno messo sotto indagine il pentastellato per delle irregolarità che risulterebbero dai suoi resoconti del 2013. Questo è quanto scrivono i giudici: "(Si chiedono) chiarimenti in ordine al rimborso di fondi per la campagna elettorale di Rosario Cammarata (mandatario del deputato Cancelleri ndr) per un importo di 8.730 euro in quanto gestione estranea all’attività del gruppo parlamentare, nonché in ordine all’emissione di un assegno non datato alla Point service per un importo di 136 euro”.

Lo stesso Cancelleri ha già risposto di essere in grado di chiarire tutto: “Gli ottomila euro per la campagna elettorale sono soldi raccolti dai cittadini, tutti rendicontati e rendicontabili. Li ha versati il mio mandatario sul mio conto corrente”. E però - anche se non si può certo aprire un nuovo capitolo delle ormai celebri spese folli - ci sono altre cose che non tornano ai giudici contabili e che sempre riguardano i pentastellati siciliani.

La Corte dei Conti chiede infatti chiarimenti su una missione a Bruxelles che i consiglieri M5S hanno svolto lo scorso giugno e che ha avuto un importo complessivo di 6.927 euro: "Bisogna precisare la motivazione del viaggio in relazione ai compiti svolti, all’interno del gruppo parlamentare, dai singoli partecipanti alla missione” e anche riguardo l'acquisto di libri e riviste, che “trattandosi di merce per la quale non è previsto il rilascio dello scontrino fiscale da parte del venditore, occorre allegare copia dei contratti di abbonamento alle testate giornalistiche, ovvero copia dei contratti di somminsitrazione stipulati con i fornitori”.

ITALY-POLITICS

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO