Virus, puntata 28 marzo 2014

La puntata di Virus - Il contagio delle idee in diretta su PolisBlog

23.25 Con un appello in favore del Salone del Mobile, finisce la puntata.
23.16 Luti: "Non farei mai una casa di plastica". Poi affronta il tema della contraffazione.
23.15 Luti parla di moda: "Non ho mai visto una impresa così estrema come quella della moda"
23.03 L'intervista a Claudio Luti, leader di Kartell, l’azienda di design che ha trasformato la plastica in oro.
luti
23.00 Melissa P. legge un'altra missiva dedicata a Pietro.
22.56 Pubblicità.
22.53 Vittorio Sgarbi commenta "il quadro più bello del mondo", le “Meninas” di Diego Velasquez.
quadro
22.50 Parisi: "L'istinto immediato che viene è 'facciamogli pagare le tasse' e non è mai 'quanto valore hanno aggiunto'".
22.48 Boccia elenca i dati che denotano una crescita nei consumi tech, poi aggiunge: "Ma lo Stato incassa di meno, è in atto la più grande elusione fiscale della storia".
22.47 Il video degli operai di Melfi che ballano sulle note di We are Happy di Pharrel Williams.
22.43 Parisi: "Nel mondo si lavora molto; c'è un tema della produttività da affrontare. Il nostro sistema logistico ha perso produttività negli ultimi anni. Poi ci si concentra su Google e Amazon, ma oggi se una famiglia italiana usasse a pieno l'e-commerce avrebbe un guadagno di milioni all'anno".
stefano parisi
22.38 In onda un reportage che racconta come si lavora (duramente) ad Amazon. La testimonianza di un'ex operaia: "Il lavoro è alienante, pesante, terribile". Stipendio base: 1100 euro.
22.32 Pubblicità.
22.30 Da Padova spiegano che gli imprenditori pagano, tra dirette e indiretta, l'80% di tasse.
22.27 Boccia: "Il mio reddito è online. Il mio reddito prima di entrare in politica era superiore, non mi lamento, ma non consento a nessuno di dare lezioni etiche. Chiedo a chi è a Padova se anche loro sono così trasparenti".
22.25 Da Padova: “Da settimana prossima Massi dovrà iniziare a lavorare, ma lavorare veramente. Dia il suo curriculum vitae”.
22.21 Il caso del Palazzo Spada: realizzato un parcheggio per soli 20 consiglieri di Stato.
22.19 Cerno: "Il Quirinale costa di più di Buckingham Palace, non costa solo lo stipendio di Napolitano. Di cosa parliamo? Il Presidente della Repubblica deve guadagnare di meno, ma deve essere intoccabile."
22.15 Massi: "La burocrazia c'è in tutti gli Stati democratici, in ogni categoria ci sono buoni e cattivi. Per molti anni abiamo ragionato come se le norme e le leggi fossero solo inchiostro. Qualcosa può cambiare, ultimamente sono state approvate leggi dirompenti in Italia , sul tema della corruzione e della trasparenza. Leggo disaffezione nei confronti dello Stato centrale".
22.13 Franco Massi, segretario generale del Cnel, in studio. Guadagna 200mila euro lordi all'anno.
franco massi
22.10 Parisi: "I manager pubblici devono essere pagati per quanto valgono e per quanto producono. Cottarelli indica degli obiettivi per Ferrovie dello Stato". Lezzi: "Cottarelli prevede però l'aumento delle tariffe".
22.08 Lezzi: "I veneti non fanno la guerra tra poveri con i siciliani, ma solidarizzano".
22.07 Lezzi: "Perché uno Stato può bloccare lo stipendio dei dipendenti pubblici e non quelli dei manager?".
22.05 Terza frase di Moretti sullo stipendio del Presidente della Repubblica: vero.
presidente
22.01 Anche questa frase è vera.
mauro moretti
22.00 Fact-checking. Questa frase di Moretti è vera, anche se il paragone può essere azzardato.
fact-checking
21.57 Parisi: "Il settore pubblico ha un livello di retribuzione più basso rispetto al privato. Discutere degli stipendi dei manager è demagogico, il problema vero è come lo Stato fa l'azionista. Le Ferrovie dello Stato hanno aggravato il debito pubblico per 140 milioni di euro".
21.54 Un servizio introduce il caso Moretti, ad delle Ferrovie dello Stato che nei giorni scorsi ha minacciato di lasciare l'Italia in caso di taglio degli stipendi dei manager pubblici.
moretti
21.48 Melissa P. legge una missiva indirizzata al piccolo Pietro.
21.47 Da Padova viene espressa solidarietà nei confronti dei meridionali. Poi l'annuncio: "Non pagheremo più le tasse, abbia decretato l'esenzione fiscale totale".
21.43 In studio l'ad di Harmont & blaine, di Catanzaro. Che lamenta l'assenza della banda larga.
21.40 Boccia cauto: "Il provvedimento annunciato da Renzi non c'è per adesso, non si può giudicare. Ma sono sicuro che le risorse ci saranno". Lezzi: "Appunto, non c'è nulla, solo parole".
lezzi4
21.38 Per Lezzi Renzi fa "solo chiacchiere" e non ci sono le coperture per i provvedimenti annunciati.
21.37 Lezzi: "Abbiamo colto questa forte provocazione venuta dal Veneto. C'è una necessità ben precisa; negli ultimi 20 anni tutti i governi hanno aumentato le tasse e la spesa pubblica improduttiva".
21.33 Boccia: "La tassazione è alta a Padova come a Bari. La tassazione nel nostro Paese è insopportabile".
21.31 "Da almeno 40 anni dicono che noi dobbiamo contribuire con le nostre tasse per aiutare le regioni meno fortunate, quelle del Sud. Dopo 40 anni abbiamo visto che queste regioni non sono cresciute. Dove sono finiti i nostri soldi? I nostri soldi sono stati usati per creare posti di lavoro assistenzialisti, pubblici".
da padova
21.29 Collegamento da Padova, con alcuni promotori del referendum sull'indipendenza di Veneto.
21.27 Cerno: "Il fantasma della separazione mette insieme le tue paure".
21.22 Il referendum sull'indipendenza del Veneto.
referendum
21.20 Un reportage racconta l'irrequietezza del Veneto nei confronti di Roma.
21.19 Collegamento in diretta dall'ospedale di Mestre.
21.16 Si parte con le immagini di Pietro, un bambino nato poche ore fa in Veneto. Ecco il suo codice fiscale.
pietro marchiante
20.50 Tra gli ospiti in studio ci sarà anche Francesco Boccia del Pd e Stefano Parisi di Chili Tv.

barbara lezzi

La puntata di stasera di Virus - Il contagio delle idee partirà dall’ospedale di Mestre dove è nato in queste ore Mattia. Da questo spunto si svilupperà la discussione sul rischio secessione ventilata dalla regione Veneto. Il talk show in onda su Rai2 a partire dalle 21.05, con consueto liveblogging di PolisBlog, proporrà un viaggio nella terra dei “secessionisti” il cui malessere, espresso con chiarezza nel recente referendum, non è che la spia di un male che attraversa molti altri Paesi europei. Tra gli ospiti ci saranno il segretario generale del Cnel Franco Massi, Barbara Lezzi, senatrice del M5S, e il giornalista de L'Espresso Tommaso Cerno.

Per il fact-checking verranno verificate le affermazioni dell’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, al centro delle polemiche sui superstipendi dei manager.

Non mancherà la lezione di Vittorio Sgarbi, il quale questa settimana parlerà di due grandi capolavori entrambi spagnoli che condividono anche lo stesso titolo ma eseguiti in epoche diverse: le “Meninas” di Diego Velasquez e di Pablo Picasso.

Il faccia a faccia finale di Nicola Porro sarà con Claudio Luti, leader di Kartell, l’azienda di design che ha fatto della plastica veri oggetti di culto.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO