Left Unity: il nuovo soggetto politico di Ken Loach

WikiLeaks Founder To Face The Police And Courts Over Sexual Assault Charges
Lo scorso 29 marzo, a Manchester, si è riunito il nuovo soggetto politico di sinistra Left Unity: un movimento che ha tra i suoi fondatori il noto regista Ken Loach. Per la stampa conservatrice è solo un gruppetto di eccentrici, eppure, dal momento della sua fondazione, ha acquisito sempre maggiore notorietà e ha "costretto" giornali e siti di informazione inglesi a dare spazio a temi che sembravano scomparsi dall'agenda politica.

Nel paese dove gli euroscettici ultra conservatori dell'Ukip sono in grande ascesa, Left Unity è riuscito in pochi mesi ad attirare più di 1800 iscritti e un nutrito gruppo di simpatizzanti, che hanno visto in Ken Loach una sorta di autorità morale contro la deriva conservatrice che ha investito il paese. Tra le proposte emerse dalla riunione di Manchester ci sono il salario minimo garantito, la settima lavorativa di 35 ore, la ripubblicizzazione delle ferrovie e delle compagnie energetiche e una nuova politica degli alloggi per tamponare l'impennata degli affitti privati.

Dopo un'inizio incoraggiante, però, la nuova sinistra britannica dovrà provare a trasformarsi da movimento di opinione in un partito. Ovvero strutturasi meglio, mettere in piedi una buona campagna di raccolta fondi, essere presente sui luoghi di lavoro e nel sindacato. E soprattutto dovrà puntare a far diventare i temi locali, sollevati dalle varie anime del movimento, oggetto di dibattito nazionale.

Ken Loach: "Il Labour è parte del problema non la soluzione"



Il regista, palma d'oro a Cannes, ha scelto dunque di scommettere sul Left Unity, per rimettere al centro dell'agenda politica i temi della difesa dei diritti dei lavoratori. Per questo motivo, prima dell'incontro di Machester, ha spiegato le motivazioni che lo hanno spinto a fondarlo. Lo ha fatto attraverso un articolo pubblicato sul The Guardian dal titolo: "Il Labour è parte del problema non la soluzione".

Ivi Loach, che ha mostrato in maniera impeccabile nei suoi film il tratto rapace e fascistoide degli anni del thatcherismo, descrive come un tema non più rinviabile quello di una nuova rappresentanza politica. Innanzitutto, prendendo atto degli effetti del modello neoliberista:

"Vediamo i suoi effetti non solo sul lavoro, ma anche nel nostro servizio sanitario, in materia di scuola, in tutti gli aspetti inerenti all'assistenza sociale, che costituiscono una società civile. Li vediamo nel disprezzo per l'ambiente, come nella attuale spinta per il gas shale, a prescindere del suo impatto. Li abbiamo visti nelle guerre illegali e nelle invasioni imperialiste degli ultimi governi. Niente di tutto questo è nuovo. Ma dove è la nostra rappresentanza politica?"

Di certo la risposta a questa domanda per Loach non è il Labour Party di Ed Miliband, in continuità con il new labour di Tony Blair. Per questo motivo, è necessario raggruppare tutte quelle realtà impegnate in campagne sociali di rileivo, che vanno dall'immigrazione alla sanità, e dare vita ad un nuovo partito, che proponga un modello alternativo a quello vigente:

"Left Unity è stata costituita alcuni mesi fa per lavorare su una tale cooperazione. Il compito è arduo. Siamo abituati a lavorare in campagne all'interno delle nostre organizzazioni di piccole dimensioni [...] Ma la necessità è urgente. Se non agiamo insieme, la povertà, lo sfruttamento e l'alienazione si aggraveranno"

E' soprattutto arduo, aggiungiamo noi, perché il sistema elettorale maggioritario rende difficile la strada per una nuova rappresentanza di sinistra in Inghilterra. Tuttavia, per Loach i calcoli elettorali non sono tutto perché la lotta è un dovere.

In questa riflessione sul cinema, è palese tutta la sua visione politica:

"Quando non si ha molto denaro bisogna concentrarsi sull'essenziale. Non c'è tempo per filmare i tramonti ed è un bene perché non sono essenziali alla storia. La povertà obbliga al rigore, ad andare al cuore delle cose"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO