Eric Hobsbawm è morto

Eric Hobsbawm è morto. Lo storico marxista si è spento, 95enne, a Londra.

Nato ad Alessandria d'Egitto nel 1997 da una famiglia di origini ebraiche, è cresciuto a Vienna ed a Berlino. Orfano dall'età di 14 anni, venne portato a Londra dagli zii per sfuggire alla minaccia nazista.

Probabilmente una delle voci più lucide di questo (e del precedente) secolo, ha lasciato una lunga serie di opere che sono state e saranno preziosissime per interpretare la nostra storia più recente.

Semplicemente indimenticabile – per quanto scontato da citare – il suo Il secolo breve

Nel saggio, che in tre parole racchiude, mirabilmente, un'analisi del '900, con straordinaria capacità di sintesi, Hobsbawm analizzava, con altrettanta capacità di andare in profondità, gli eventi chiave del 1914 al 1991 che di fatto segnano l'inizio e la fine del secolo scorso.

La Prima guerra mondiale. La caduta dell'Unione Sovietica. Due eventi che accorciarono il '900 e che lo resero quel che è stato, nella definizione e nella visione storico-politica di Hobsbawm:

«Il Secolo breve è stato un'epoca di guerre religiose, anche se le religioni più militanti e assetate di sangue sono state le ideologie laiche affermatesi nell'Ottocento, cioè il socialismo e il nazionalismo, i cui idoli erano astrazioni oppure uomini politici venerati come divinità».

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO