Elezioni Europee 2014, Portogallo: vince il Partito Socialista, boom del Movimento Partito della Terra

Secondo gli exit poll, il Partito Socialista è in vantaggio sul Partito Socialdemocratico, ma la vera sorpresa è il Movimento Partido da Terra

Ore 11:39 - Ecco i dati definitivi per quanto riguarda il Portogallo: vince il Partito Socialista con il 31,45% che gli garantisce 7 seggi all'Europarlamento, seconda è l'Aliança Portugal (fra Socialdemocratici e Partito Popolare) che con il 27,71% si aggiudica 6 seggi. Il terzo posto è per Cdu con il 12,68% (2 seggi), il quarto per il sorprendente Movimento Partido da Terra 7,15% (1 seggio). Un altro seggio è per il Bloco de Esquerda (il partito dell'estrema sinistra lusitana) che supera lo sbarramento con il 4,56%.

Aggiornamento 26 maggio, ore 01:04/strong> Il dato quasi definitivo del Portogallo (mancano appena due comuni) conferma i precedenti aggiornamenti: il Partito Socialista si impone con il 31,45% dei voti compiendo il sorpasso nei confronti dell'Aliança formata da Partito Socialdemocratico e Partito Popolare ferma al 27,7%. Terza forza del paese è il Cdu con il 12,68%. La vera sorpresa è rappresentata dal Partito Movimento della Terra quarto con il 7,15% dei voti. Il partito è nato per opporsi alla nuova ondata di forze politiche populiste e razziste.

23:13 In Portogallo si è giunti allo spoglio del 97% delle schede e il Partito Socialista è al 31,6%, mentre l'Aliança Portugal guidata dal Partito Socialdemocratico è al 28,3%. La terza forza è il Cdu con il 12,1% dei voti, mentre il Movimento Partito della Terra fa registrare un sorprendente 7,1%. Supera lo sbarramento anche il Bloco de Esquerda con il 4,4%.

ore 22:40 Secondo le proiezioni di Cm/Aximage il Partito Socialista è in testa con un un range fra il 32 e il 37%, insegue Aliança Portugal guidata dal Partito Social Democratico (del premier Pedro Passos Coelho) con un range che va dal 26 al 30%. Il Cdu è la terza forza politica, ma la vera sorpresa è il Movimento Partito da Terra che potrebbe ottenere fra il 5 e il 8%.

Il Movimento Partito da Terra che ha come punti cardine il ritorno alla terra, lo stop al consumo del suolo e lo sviluppo dell’agricoltura urbana. Potrebbe portare all’europarlamento uno o due deputati.

ore 20.31 Astensione altissima in Portogallo. Alle ore 16 il dato sull’affluenza degli aventi diritto al voto dava una percentuale del 26,3%. Le due principali televisioni portoghesi hanno reso note da poco le proiezioni secondo le quali l’affluenza a urne chiuse dovrebbe assestarsi fra il 34 e il 39% (Rtp) oppure fra il 34 e il 37,8% (Sic).

Aggiornamento domenica 25 maggio - Alle ore 12 è stata registrata un'affluenza del 12,14% secondo i dati diffusi dalla Comissão Nacional de Eleições.

Elezioni Europee 2014: in Portogallo la crisi spariglia le carte


Il Portogallo che si appresta ad andare al voto delle Elezioni Europee 2014 è un Paese di 10,4 milioni di abitanti reduce da un quinquennio di grave crisi economica che ha costretto il premier Pedro Passos Coelho a una politica di austerity tesa a contenere il debito per rispettare gli accordi presi con la trojka (Bce, Fmi e Commissione Europea) dopo il salvataggio dell’aprile 2011. I licenziamenti e i tagli degli stipendi nel settore pubblico e delle pensioni dovevano essere la cura, ma hanno ridotto il Paese allo stremo.

Anche se le ultime statistiche sull’occupazione sembrano fornire dati incoraggianti, fare pronostici sull’andamento delle europee è un esercizio tutt’altro che semplice: da una parte c’è il Partito Socialista dell’ex premier José Socrates, dall’altra quello Socialdemocratico dell’attuale premier Pedro Passos Coelho: al primo viene imputato il disastro economico che ha portato il Paese sull’orlo del baratro, al secondo il fatto di avere messo in sicurezza il Paese a un prezzo troppo alto.

Nel 2009, all’alba della crisi, il Partito Socialdemocratico (affiliato al Ppe) vinse abbastanza facilmente superando il Partito Socialista dell’allora premier Socrates. L’affluenza al voto fu bassissima e il Bloco de Esquerda (il partito della sinistra lusitana) riuscì a eleggere 3 parlamentari. Alle Elezioni Europee di fine maggio il Portogallo eleggerà 21 membri. Per i Socialdemocratici c’è il rischio di una vera e propria “Caporetto”: gli ultimi sondaggi li danno sotto il 20% e anche le elezioni comunali dello scorso settembre sono state una disfatta. Potrebbe essere il tempo delle rivincite per i Socialisti all’opposizione, ma tutto lascia credere che si assisterà a un boom dei partiti anti-austerity della sinistra come il Bloco de Esquerda e il Partito Comunista Portoghese o di quelli euroscettici come il Partido Nacional Renovador di estrema destra.

Bridges and Historical Buildings in Portugal

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO