Elezioni Europee 2014: Belgio, vittoria per l'Alleanza Neo Fiamminga

Il successo dell'Alleanza Neo-Fiamminga alla Camera viene confermato anche nella corsa per l'europarlamento. Dieci le forze politiche belghe rappresentate al parlamento europeo

Ore 12:27 Come nelle elzioni per la Camera, anche alle europee la Nieuw-Vlaamse Alliantie (Nuova Alleanza Fiamminga) sbaraglia il campo con il 16,5% che gli consente di essere l'unica forza politica a occupare 4 seggi dell'Europarlamento. Anche a causa della particolare situazione politico-linguistica sono addirittura altre nove le forze politiche che andranno a Bruxelles: Open Vlaamse Liberalen en Democraten (Democratici e Liberali) 3 seggi con il 12,4%, Christen-Democratisch en Vlaams (Cristiano democratici) 2 seggi con 12,3%, Parti Socialiste 3 seggi con 11,1%, Mouvement Réformateur 3 seggi con 10,4%, Socialistische Partij Anders (Partito socialista diverso) 1 seggio con 8,1%, Groen (Verdi) 1 seggio con 6,4%, Ecolo (Ecologia) 1 seggio con il 4,5%, Centre Démocrate Humaniste 1 seggio con il 4,4% e Vlaams Belang (Interesse fiammingo) 1 seggio con 4,2%.

Aggiornamento 26 maggio, ore 00.10 La situazione del Belgio è particolare, essendovi tre diversi collegi elettorali determinati dalle tre lingue del paese: il francese, il fiammingo e la minoranza germanofona. Dopo lo spoglio dell’86,9% delle schede, la situazione è la seguente. Al comando ci sono l’Alleanza Neo-Fiamminga con il 18,5%, tallonata dai Cristiano Democratici e da Open Vld, entrambi appaiati al 13,8%. Seguono i socialisti al 9% e i verdi al 7,2%. Questo per quanto riguarda i partiti fiamminghi. Percentuali più basse per i fiamminghi con un 9,1% del Ps, un 8,8% dell’Mr e un 3,7% del Cdh. In sostanza i risultati delle elezioni europee confermano il successo ottenuto dalla N-Va nelle elezioni tenutesi per eleggere i membri della Camera.

Aggiornamento 25 maggio, ore 20:55 Non sono ancora pervenuti i voti relativi al voto in Belgio, ma i dati relativi alla Camera che si sono svolti contestualmente non dovrebbero distaccarsi molto da quelli per il Parlamento Europeo. La vittoria è andata all'Alleanza Neo-Fiamminga (N-Va) con il 26,4% contro il 15% dei Cristiano-Democratici (CD&V)

Aggiornamento 4 aprile, ore 8.32 - Il Belgio è – insieme a Francia, Germania, Italia, Lussemburgo e Paesi Bassi – uno dei sei paesi che nel 1957 diedero origine alla Comunità Economica Europea, embrione della futura Unione Europea, ed è fra sei paesi membri del primo Parlamento Europeo, insediatosi nel 1952. A dimostrazione della sua vocazione europea vi è anche il fatto che la sua capitale, Bruxelles, ospita le sessioni plenarie del Parlamento Europeo.

Le Elezioni Europee 2014, previste per domenica 25 maggio, eleggeranno 12 parlamentari di lingua fiamminga (olandese), 8 di lingua francofona e 1 di lingua germanofona, in maniera proporzionale alle tre principali divisioni etno-linguistiche del Paese che conta attualmente 10,7 milioni di abitanti.

Nel collegio di lingua fiamminga la sfida sarà fra Cristiano-Democratici (CD&V), Liberal-Democratici (Open Vld), Nazionalisti (Vlaams Belang), Socialisti (Spa), Alleanza Neo-Fiamminga (N-Va), Verdi (Groen!) e Partito del Lavoro (Ptb).

Nel collegio elettorale francofono i partiti in lizza sono sei: Socialista (Ps), Movimento Riformatore (Mr), Ecologista (Ecolo), Centro Democratico Umanista (Cdh), Federalisti Democratici Francofoni (Fdf), Partito del Lavoro (Ptb-go!).

Cinque i partiti in lizza per un solo seggio nel collegio elettorale germanofono: Partito Cristiano Sociale (Csp), Partito per la libertà e per il progresso (Pff), Ecologista (Ecolo), Partito Socialista (Sp) e Pro-Comunità Germanofona (ProDg).

Nelle elezioni europee del 2009 il collegio francofono vide un successo risicato del Partito Socialista (Ps) con 3 seggi, contro i 2 del Movimento Riformatore e del partito Ecolo. Nel collegio fiammingo i Cristiano Democratici e Fiamminghi e I Liberal- Democratici Fiamminghi strapparono 3 seggi ognuno, mentre il seggio del collegio germanofono andò al Partito Cristiano Sociale.
In Belgio il voto è obbligatorio e ciò fa sì che il tasso d’astensione sia decisamente più basso rispetto ad altri Paesi.

Atomium Decorated With Slogans

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO